Foto pistolaA Salerno, nella zona del Mercatello, Antonio Farina di 46 anni ha prima ucciso l'ex convivente Elettra Rosso di 45 anni, sparandole con una calibro 38 e poi si è puntato la pistola alla tempia tentando il siucidio.

Antonio Farina è stato poi trasportato in coma, nel reparto di rianimazione dell'ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona di Salerno, dove, dopo una breve agonia, è morto.

L'omicidio-suicidio è avvenuto nello studio legale dove Elettra Rosso lavorava come segretaria da qualche mese e secondo le prime ricostruzioni dell'accaduto, pare che Antonio Farina la stesse aspettando nel portone.

La relazione tra Antonio Farina ed Elettra Rosso è durata molto tempo ed i due hanno avuto anche un figlio che, attualmente, ha 13 anni; dopo la separazione, mai accettata dall'uomo, pare che quest'ultimo avesse preso a perseguitarla tanto che Elettra Rosso, a detta dei carabinieri, sarebbe stata in procinto di denunciarlo per stalking.

Pare che i due, incontratisi giù nel portone del palazzo dove ha sede lo studio legale dove Elettra Rosso lavorava come segretaria, abbiano iniziato a discutere già sulle scale e poi, pare che il diverbio sia continuato dentro lo studio legale.

 

In pochi attimi, poi, si è consumata la tragedia e Antonio Farina, dopo aver sparato alla sia ex convivente, si è poi puntato la pistola alla tempia ferendosi gravemente.

Pare sia stato il titolare dello studio legale a scoprire i due corpi riversi a terra ed a chiamare i carabinieri; sul posto sono accorsi i carabinieri del Comando provinciale di Salerno, il medico legale ed il magistrato inquirente.

Virginia Simbula

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Entra per commentare