La Confederazione Unitaria di Base ha indetto sciopero nazionale generale dei trasporti per tutta la giornata di venerdì 15 aprile. Questo sciopero non riguarda solo il settore dei trasporti, ma  è stato definito lo “La giornata  della collera” per le numerose adesioni avute tra cui quella del sindacato Intercategoriale Cobas, l'USI AIT e il Comitato Immigrati in Italia.

Le rivendicazioni degli scioperanti sono i seguenti: la lotta diritto al lavoro e a reddito, casa, sanità e cultura, tra le richieste anche anche la tassazione dei grandi patrimoni, il taglio delle spese militari e la lotta all'evasione fiscale.

Lo sciopero del trasporto ferroviario, iniziato già alle 21 di ieri  sarà in vigore per tutta giornata di oggi.  Le Ferrovie dello Stato ha fatto sapere che comunque nella fascia oraria del lavoro pendolare in particolar modo durante il trasferimento della mattina (dalle 6,00-9,00) e durante l’orario dei rientri  serali (18,00-21,00) i servizi saranno assicurati.

Alcune tratte subiranno delle variazioni vedi il percorso Roma-Taranto e tra Milano e Ventimiglia, dove alcuni Intercity vedranno alcuni tratti cancellati o soggetti a variazioni. Per ulteriori informazioni si può consultare il sito Ferrovie dello Stato o chiamare il numero 892021

Nelle varie città il trasporto locale subirà cancellazioni e blocchi ma nelle città di Milano Torino e Napoli lo sciopero è stato revocato.

 

Nella capitale, i macchinisti della metro hanno incrociato le braccia fino alle 12,30. A Genova invece l’orario dello sciopero è andato a compromettere il servizio dalla tarda mattinata al primo pomeriggio con  il seguente orario: 11.35 alle 15.35.

Stamattina nei centri storici delle  città di  Milano, Palermo Torino, Bologna, Genova e Roma si sono svolte le manifestazioni di protesta degli scioperanti.

Valentina Roselli

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.