Foto Delitto di ErbaConoscere la realtà che ci circonda, la cronaca interna e la cronaca estera, è estremamente importante per saper come comportarsi di fronte a certi casi come tentativi di stupro, furti, terremoti, e quant'altro lo scenario della cronaca mostra. Rimanete aggiornati anche con i nostri feed ed iscrivetevi alla nostra newsletter se non volete perdere neanche una notizia.

Il giallo dei Parioli e la scritta:
Il giallo dei Parioli e la scritta: "Mi vendicherò". 

Giallo a Roma, dove si è consumata l’ennesima morte legata alla droga. A farne le spese questa volta è stato un ragazzo di 23 anni, Giuseppe De Vito Piscitelli, stroncato da un overdose di Metadone nel suo appartamento situato in via di Villa Grazioli, nei pressi dei quartieri Salario e i Parioli, considerate le aree più benestanti della Capitale.Il decesso sarebbe avvenuto martedì, quando la madre del ragazzo, preoccupata dal fatto che il figlio non si fosse ancora alzato, intorno alle ore 12,20 è entrata nella sua camera dal letto

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Tutto rientrato contro Infronti e i suoi manager, Marco Bogarelli e Giuseppe Ciocchetti
Tutto rientrato contro Infronti e i suoi manager, Marco Bogarelli e Giuseppe Ciocchetti. 

Sky aveva tuonato contro di loro. Repubblica aveva redatto precisi atti d'accusa. Ma di tutto questo sembra rimasto ben poco. La Lega Calcio e i club calcistici infatti sono enti privati e quindi, non avendo alcuna natura pubblicistica, non si puo’ configurare il reato di turbativa d’asta. Si e’ richiamato all’ordinanza con cui un anno fa aveva rigettato tre arresti il gip di Milano Manuela Accurso Tagano nel provvedimento di archiviazione dell’indagine e diritti tv nel calcio a carico tra gli altri dell’ex ad del Milano e ora senatore Adriano Galliani, di Marco Bogarelli, ex numero uno della societa’, Riccardo Silva, patron della societa’ Mp&Silva, e dei presidenti della Lazio, del Genoa e del Bari, Claudio Lotito, Enrico Preziosi e Gianluca Paparesta. 

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

La sera del 17 giugno 2017, il professore di inglese Stefano Perale uccise la sua ex allieva, Anastasia Shukurova, ed il suo fidanzato Biagio Buonuomo
La sera del 17 giugno 2017, il professore di inglese Stefano Perale uccise la sua ex allieva, Anastasia Shukurova, ed il suo fidanzato Biagio Buonuomo. 

La difesa ha provato fino all'ultimo a giocare la carta dell'infermità mentale di Stefano Perale, ma si è rivelato tutto sostanzialmente inutile: la Procura lo ha infartti riconosciuto perfettamente in grado di intendere e di volere al momento dell'omicidio. Secondo gli inquirenti il gesto fu premeditato: settimane prima aveva acquistato su internet il cloroformio usato per soffocare Anastasia Shakurova.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Serve altro tempo dopo la tragedia di Gennaio: e siamo a fine Aprile...
Serve altro tempo dopo la tragedia di Gennaio: e siamo a fine Aprile... 

A febbraio, un mese dopo il  deragliamento del treno in provincia di Milano, si pensava e si scriveva: per la relazione ufficiale servirà ancora qualche settimana. Ma è già a buon punto il lavoro dei consulenti tecnici incaricati dalla Procura e degli esperti della Polizia ferroviaria. In realtà non è stato così. Qualche settimana sono diventate diverse settimane, molte settimane. Al punto che la conclusione del pubblico ministero, tre mesi dopo l'accaduto, è che serve altro tempo. Le perizie non sono dietro l'angolo. E le famiglie delle tre vittime restano in attesa di sapere...

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

le immagini degli scontri avvenuti prima del match Roma - Liverpool
Le immagini degli scontri avvenuti prima del match Liverpool-Roma. 

Il supporter inglese Sean Cox, vittima di una brutale aggressione da parte di due ultras romanisti, è ora in coma con danni cerebrali, rispetto ai quali anche sua moglie si è ormai arresa. Sono stati arrestati i due aggressori, hanno rispettivamente 21 e 28 anni. La Uefa: "Siamo scioccati, ci saranno sanzioni pesantissime". La Roma come club calcistico rischia davvero, sia il blocco delle trasferte che forti multe. E quando ci sarà il ritorno a Roma, preoccupa già l'arrivo degli hooligans vendicatori.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Una foto di Lidia Macchi. Il suo corpo fu rinvenuto nei boschi di Cittiglio, nei pressi del lago Maggiore
Una foto di Lidia Macchi. Il suo corpo fu rinvenuto nei boschi di Cittiglio, nei pressi del lago Maggiore, il 7 gennaio 1987. Fu uccisa con 29 coltellate. 

Il 7 gennaio del 1987 il corpo senza vita di Lidia Macchi veniva ritrovato nei boschi vicino al lago Maggiore a Cittiglio, in provincia di Varese. Sono passati 31 anni da quel giorno, ed oggi finalmente il suo assassino ha un nome e cognome: è Stefano Binda, ex compagno di scuola della vittima. La Corte d’assise ha riconosciuto colpevole Binda, accogliendo così la richiesta del sostituto procuratore generale Gemma Gualdi, condannandolo all'ergastolo

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com