Foto del parlamento riunitoNigel Farage è un europarlamentare inglese, eletto nelle file del partito ultraconservatore di estrema destra ed euroscettico UKIP, e dal momento della sua elezione al parlamento europeo, avvenuta l'1 luglio del 2009, i suoi interventi video hanno cominciato ad impazzare nella rete internet e su youtube.

Insieme a Francesco Speroni della Lega Nord, Nigel Farage ha fondato il gruppo parlamentare Europa della Libertà e della Democrazia, ponendosi subito in aperto contrasto con i commissari, consiglieri e i funzionari europei non eletti dal popolo ma nominati dall'alto della Commissione Europea e del Consiglio dell'Unione Europea.

Il bersaglio preferito del sagace europarlamentare inglese è stato fin da subito il malcapitato presidente del Consiglio Europeo Herman Van Rompuy, che da perfetto anonimo primo ministro belga è stato a sorpresa nominato alla carica più prestigiosa dell'Unione Europea il 19 novembre del 2009.

Al momento della presentazione al parlamento europeo, nel dicembre del 2009, il presidente del Consiglio Europeo fu subito attaccato da un intervento di Nigel Farage che rivolto a Van Rompuy chiese: “Ma lei chi è? Chi l'ha votata? Da quale porta è entrato?”.

L'europarlamentare Nigel Farage si riferiva in modo sarcastico alla curiosa circostanza che una settimana prima della nomina Herman Van Rompuy, che da primo ministro del Belgio aveva fatto più danni che altro portando il paese sull'orlo del fallimento, era stato invitato ad un convegno al Castello di Valduchesse dai membri del famigerato Gruppo Bilderberg, l'organizzazione segreta che raccoglie i maggiori esponenti dell'elitè finanziaria, politica e culturale del mondo, in cui aveva pronunciato un convincente discorso sulla sua personale visione dell'Unione Europea.

Dopo una settimana Herman Van Rompuy si presentava a Bruxelles al Consiglio Europeo e da perfetto sconosciuto veniva a sorpresa votato all'unanimità da tutti i consiglieri alla carica di presidente, facendo sorgere il legittimo sospetto che ci fosse un nesso fra il suo intervento al convegno del Gruppo Bilderberg e l'inaspettata elezione.

Puntando il dito contro questa anomala distorsione della democrazia che delega alle cariche più importanti dell'Unione Europea uomini che non hanno mai ricevuto la legittimazione del voto popolare, il deputato europeo Nigel Farage ha definito senza mezzi termini il presidente Van Rompuy “assassino silenzioso della democrazia”, scatenando l'indignazione ma anche il plauso di molti europarlamentari che non hanno la sua stessa sfrontatezza.

Nel suo ultimo intervento del 16 novembre 2011 al parlamento europeo Nigel Farage ha definito il presidente della Commissione Europea Josè Manuel Barroso, il commissario per gli affari economici Olli Rehn, la cancelliera tedesca Angela Merkel e lo stesso Van Rompuy, i principali responsabili del disastro dell'Unione Europea e della moneta unica euro.

Rivolto poi direttamente a Van Rompuy, che secondo il deputato inglese era intervenuto in maniera impropria sulla crisi politica italiana suggerendo azioni e non elezioni e influenzando così la sovranità democratica del popolo, Nigel Farage ha detto: “Cosa in nome di Dio le da il diritto di dire una cosa simile al popolo italiano?”

Per quanto riguarda la nomina imposta dall'alto del primo ministro italiano Mario Monti, l'europarlamentare Nigel Farage è stato ancora più esplicito: “Mister Monti è un ex commissario dell'Unione Europea, un architetto complice di questo disastro dell'euro, e un uomo che non era neppure un membro del parlamento europeo regolarmente votato dal popolo quando è stato nominato alla commissione europea”.

Per uno strano corto circuito della democrazia, è proprio il deputato inglese del parlamento europeo Nigel Farage, di estrazione nazionalista e di estrema destra, ad essere diventato l'ultima roccaforte della democrazia nei palazzi ovattati e totalitari della tecnocrazia dell'Unione Europea, attirandosi le simpatie di molti militanti di estrema sinistra, che vedono appunto nella oligarchia tecnocratica europea l'ultima evoluzione del capitalismo moderno.

Written by Piero Valerio

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.