Ultim'Ora PRIMARIE PD: clamorosa decisione della PROCURA
Ultim'Ora PRIMARIE PD: clamorosa decisione della PROCURA

Le primarie pd 2017 sono state regolari? Cosa non convince la Procura? Hanno votato solo coloro i quali potevano votare? Le ultime notizie gettano ombre sulla regolarità delle Primarie del 30 aprile scorso, ecco cosa ha deciso la Procura.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Le primarie PD si sono svolte in maniera regolare?

Nei gazebo hanno votato solo quelli che avrebbero potuto farlo?

Chi ha votato Renzi?

C'è la possibilità che le primarie Pd 2017 possano essere invalidate?

Delle primarie 2017 ci siamo occupati già in diverse occasioni parlando di vari aspetti che hanno caratterizzato il voto che ha fatto registrare una vittoria schiacciante da parte di Matteo Renzi.

In primo luogo abbiamo spiegato come votare e chi poteva votare, ma a quanto risulta dalle ultime news pare non tutti abbiano recepito il messaggio, ma su questo argomento arriveremo presto.

In secondo luogo abbiamo spiegato quanto si pagava alle primarie del Partito Democratico e chi doveva pagare e chi no.

Nell'ultimo articolo pubblicato ieri, invece, abbiamo cercato di fare due calcoli e capire quanto abbia potuto guadagnare il PD dalle primarie che hanno visto coinvolti i circoli territoriali con almeno 10 mila gazebo in tutta Italia.

Riprendendo un articolo del Sole 24 Ore del 2014, abbiamo riportato alcune perplessità in merito ai guadagni del partito relativamente alle primarie del 2013 quando, stando ai dati riportati dal giornale di economia, il Partito Democratico avrebbe speso circa 1 milione 100 mila euro e guadagnati circa 4,6 milioni di Euro.

Il dato relativo alle cifre, comunque, non può essere preciso dato che non esisteva, e non esiste tutt'ora, un rendiconto delle primarie.

Stessa identica situazione si è verificata anche per la tornata del 2017 dove, lo ricordiamo, hanno votato circa 800 mila elettori in meno rispetto alle Primarie del dicembre del 2013

In ultimo, e arriviamo al punto, avevamo parlato del fatto che alcune foto di stranieri che votavano nei gazebo, avevano destato delle perplessità.

La Procura indaga

Ieri Fanpage ha pubblicato un video dove si vedevano degli stranieri votare.

Ricordiamo che alle primarie potevano votare gli stranieri dell'area UE in possesso di regolare permesso di soggiorno.

Stando a quanto riportato da alcune testate giornalistiche e al video di Fanpage pare che abbiano votato anche cittadini stranieri non in possesso di permesso di soggiorno ma non solo, alcuni giornali hanno messo in discussione il fatto che queste persone siano andati a votare di loro spontanea volontà.

In particolare sotto i riflettori è finito il Gazebo di Ercolano, oggetto di attenzione da parte dei media, ma non solo.

Stando alle ultime notizie ansa, la Procura di Napoli avrebbe aperto un fascicolo sulle primarie che si sono svolte ad Ercolano, si tratterebbe di un fascicolo a modello 45, attraverso cui si raccolgono notizie, ma al momento non si ipotizzano ipotesi di reato.

Questa notizia getta ombre, comunque, sulle primarie, mettendo in discussione un risultato, comunque eloquente ottenuto da Renzi.

 

Una inchiesta potrà portare ad invalidare le primarie?

E' troppo presto per sapere quali ripercussioni politiche avrà questa notizia.

E' innegabile che vi saranno degli strascichi e che potrà essere cavalcata dagli oppositori di Renzi.

Tuttavia è però altrettanto innegabile che la vittoria di Renzi è andata oltre le aspettative e che l'ex premier andrà dritto verso le elezioni politiche dove spera di riprendersi Palazzo Chigi e, stavolta, di farlo con la legittimità popolare.

Potranno queste notizie fermare la sua corsa?

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Primarie Ercolano, procura apre fascicolo, Ansa, 03 maggio 2017.

Per l'immagine: wikipedia  

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Carmelo Riccotti La Rocca, il Capo Redattore (leggi la sua biografia).

Partito con 15 in più