Foto StuproConoscere la realtà che ci circonda, la cronaca interna e la cronaca estera, è estremamente importante per saper come comportarsi di fronte a certi casi come tentativi di stupro, furti, terremoti, e quant'altro lo scenario della cronaca mostra. Rimanete aggiornati anche con i nostri feed ed iscrivetevi alla nostra newsletter se non volete perdere neanche una notizia.

Dazn e le dirette tv: i tifosi scatenano le loro proteste
Dazn e le dirette tv: i tifosi scatenano le loro proteste. 

I tifosi di calcio si sentono polli da spennare. Si erano organizzati, sia a livello di decoder che a livello economico, con Sky e Mediaset Premium. L'uscita di scena di Premium e l'arrivo di Dazn, con sottrazione di alcune partite, anche importanti come Napoli-Milan, vengono vissute dagli appassionati come una complicazione studiata ad arte per spillare ancora più soldi a chi non può più fare a meno della partita di calcio in diretta della propria squadra del cuore ma anche delle altre. Il  fatto che Sky si sta occupando tantissimo di Cristiano Ronaldo e che lo stesso CR7 sia diventato Brand ambassador di Dazn, ha indotto qualche tifoso a pensare ad un asse in questo senso, ma non lo si può sostenere dati e fatti alla mano.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Log in to comment
Un Tir non a norma transitato sul punto debole dei viadotto Morandi
Un Tir non a norma transitato sul punto debole dei viadotto Morandi. 

Tutto ha contribuito a creare l'inferno a Genova. Sembrava fosse la vigilia di Ferragosto, ed invece era il giorno di una tragedia. La forte pioggia, forse un fulmine, ma non solo. Ad infierire sul ponte Morandi, stando agli elementi che vengono raccolti ora per ora, anche un mezzo pesante non a norma che è transitato nel punto più debole ed esposto del viadotto malato. Un ingegnere che per anni ha lavorato per Autostrade per l’Italia a Genova alla manutenzione di quel viadotto con incarichi di responsabilità, ora segnala un altro aspetto: “Transitavano di continuo autoarticolati con un peso da 70 tonnellate. Uno di loro ha prodotto l’effetto detonatore”.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Log in to comment
Il caporalato come piaga sociale: cosa prevede la legge
Il caporalato come piaga sociale: cosa prevede la legge.... 

Il caporalato non può e non deve diventare strumento per la propaganda politica. I cittadini non hanno più l'anello al naso: vogliono soluzioni e non proclami, l'eliminazione del problema e non il populismo. Se nessuno oltre agli immigrati va a raccogliere quei pomodori che gli italiani lascerebbero tranquillamente a terra, bisogna intervenire per regolamentare il settore, dotandolo di leggi chiare e ineludibili. Se è vero che gli extracomunitari devono lavorare per evitare che possano essere indotti a delinquere, non si può lasciare che ci sia chi si arricchisce illecitamente, con tanto di minacce, sulla loro pelle.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Log in to comment
Il sangue dopo la tortura: la Sindone
Il sangue dopo la tortura: la Sindone. 

La Sindone continua a far discutere. Dopo che poche settimane fa uno studio aveva definito il sacro lino "un falso" a causa di macchie "poco coerenti" con il sangue vero, ora arriva un nuovo lavoro che contraddice il precedente. Secondo questa ricerca, infatti, il sangue presente sulla Sindone sarebbe vero e apparterrebbe a una persona torturata. Lo studio spiega anche perché il sangue è rosso e non marrone, come dovrebbe essere un sangue antico: il telo sarebbe infatti stato esposto alla luce ultravioletta, come quella del Sole, che ne avrebbe alterato il colore.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Log in to comment
Discuss this article in the forums (1 replies).
Il caso del pizzo alla festa annuale della Madonna di Capocolonna
Il caso del pizzo alla festa annuale della Madonna di Capocolonna. 

Avevano imposto il pizzo alle attività commerciali e anche agli ambulanti presenti per la festa annuale della Madonna di Capocolonna. Sono quindici le persone arrestate dalla Polizia di Stato di Crotone con l’accusa di far parte di un’associazione di tipo ‘ndranghetistico operante in città. Gli arresti sono stati fatti dalla Dda di Catanzaro che ha portato a individuare la riorganizzazione, dopo una serie di operazioni svolte dalle Forze di Polizia e in particolare l’operazione denominata “Old family”, di una cosca di ‘ndrangheta legata ai Vrenna-Corigliano-Bonaventura-Ciampa’, retta dalle famiglie Barilari-Foschini con a capo il boss Gaetano Barilari.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Log in to comment
Negozi che chiudono: Prina, una brutta botta per Milano
Negozi che chiudono: Prina, una brutta botta per Milano

Quelli di fine giugno sono gli ultimi giorni di vita di Prina. Lo storico negozio di strumenti musicali in Corso di Porta Ticinese 3 a Milano, infatti, chiude. L'annuncio era stato reso pubblico nelle scorse settimane dalla pagina Facebook ufficiale dello store, con un post: "Carissimi amici e clienti, dopo tanti, tanti anni abbiamo deciso di chiudere l'attività e salutarvi. Speriamo di avervi lasciato la nostra passione per la musica e tanti bei ricordi. Passate a trovarci nei prossimi mesi (avete tempo fino al 30 giugno) per gli ultimi saluti". Un punto di riferimento in meno per la città di Milano, non solo un negozio che chiude. 

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Log in to comment