Cina e Grecia: Gli stati che spaventano le Borse Valori!!I mercati finanziari "affogano" in una sorta di limbo finanziario dove i cali non sono impercettibili ma di portata devastante, tra speculazioni e timori degli investitori, le borse segnano un Profondo Rosso che sembra inarrestabile mentre da Pechino fanno sapere che gestiranno la cosa nel migliore dei modi senza creare danni agli investitori, anche se il rosso delle Borse di Shangay e Shenzen non fanno presagire niente di buono.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

La Borsa di Shangay registra un meno 5,9 per cento, la Borsa di Tokyo un meno 3 percento e la Borsa di Hong Kong addirittura un meno 8 percento, cali che si devono imputare non solo alla crisi greca e al timore della sua uscita dall'Europa, ma anche dai preoccupanti cali delle Borse cinesi, dovuti a timori ma anche ad attacchi speculativi.

Infatti si è registrato in passato una crescita del 150 percento iniziata a giugno del 2014, impennata che si è poi arrestata il 12 giugno di questo anno, per cominciare un crollo inarrestabile che ha creato notevole sconcerto e timore sui mercati che ora sono in subbuglio, il problema ha colpito soprattutto i piccoli investitori e gli ultimi arrivati sui mercati.

Il Governo di Pechino da parte sua non si è certo messo in disparte senza adoperarsi, e ha ordinato prontamente alle compagnie statali di comprare azioni fino a quanto possono, e ha promesso di fornire costante liquidità agli investitori qualora ce ne fosse bisogno, insomma un tentativo di arginare questo imponente problema delle Borse Cinesi.

La situazione resta pur sempre incerta e preoccupante e sarà costantemente monitorata da Governo Cinese e operatori di Borsa, che proveranno a capire come tenere a freno la caduta e salvare il sistema dei mercati finanziari, visto che sono a rischio moltissimi piccoli investitori che non reggeranno un crollo delle borse ulteriore.

I grossi problemi adesso riguardano coloro che vogliono vendere i propri titoli in una situazione dove si cerca di tenere sotto controllo ogni operazione effettuata per evitare tracolli delle Borse, e questo sta provocando ancora più confusione e paura tra gli investitori che si trovano tra le mani carte che "bruciano".

Ci sono almeno 1323 società che sono state sospese dalle contrattazioni con l'intento di evitare una caduta che ha portato i listini a gettare al vento oltre 3500 miliardi di dollari in un solo mese, e le autorità Cinesi hanno deciso di congelare altri 710 titoli, misura necessaria in seguito al crollo delle borse di Shangay e Shenzen

Dunque non è solo la Grecia a spaventare i mercati finanziari e la Borsa in tutto il mondo, ma anche la situazione critica della Borsa Cinese che preoccupa gli investitori che si trovano ad avere a che fare con speculazioni, sospensioni e congelamenti delle attività finanziarie che stanno mettendo in ginocchio il sistema generale. 

Mentre in Europa si cercano accordi per salvare la Grecia, e in Asia la Cina cerca di salvare il mercato finanziario, il mondo non può certo stare tranquillo, la Borsa crolla e la Grecia va verso un terribile default, speriamo che almeno si trovino delle soluzioni valide per una ripresa che tanto si decanta, ma che è lontana dal venire.....

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Log in to comment


Avatar di z_celeste100
z_celeste100 ha risposto alla discussione #831 3 Anni 11 Mesi fa
Si è talmente concentrati sui problemi greci, che non si considera abbastanza, che un crollo del mercato asiatico, potrebbe avere conseguenze traumatiche, sull'intero pianeta!

Oggi,
8 luglio, per i mercati cinesi è stato un mercoledi nero.

La tanto decantata economia cinese, ha subito una battuta d'arresto, le cui cause sono molteplici: investimenti sbagliati, speculazioni, ecc.

Certo,
ci sarebbe da dire, che la capacità di reazione cinese nel trovare soluzioni, è sicuramente superiore a quella europea!




Un saluto
Celeste100