Ricercatore italiano ucciso in Egitto: morto dopo numerose tortureTrovato in un fosso alla periferia del Cairo il corpo senza vita e massacrato di Giulio Regeni, lo studente friulano scomparso lo scorso 25 Gennaio. Sul corpo sono stati rinvenuti segni di tortura, ferite da coltello e bruciature di sigarette. L'ambasciatore egiziano convocato alla Farnesina, ha parlato di un vero e proprio atto criminale. Il giovane Giulio era ricercatore presso l'università di Cambridge. Tanti, troppi i misteri riguardo le dinamiche della sua morte. La polizia egiziana, al contrario, ha parlato di un "semplice" incidente. Per la Procura egiziana, quella di Giulio, sarebbe stata una morte lenta e dolorosa.  

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Giulio Regeni (28 anni) è stato trovato all'interno di un fosso alla periferia del Cairo, nella zona di Giza, presso la cosiddetta "Desert Road", che collega la capitale egiziana città di Alessandria.  

Il corpo del giovane dottorando è stato trovato seminudo, sul corpo innumerevoli segni da taglio e bruciature di sigarette. 

Del 28enne friuliano si erano perse le tracce, prima di morire è stato torturato, un decesso lento e doloroso.

A dirlo stamani, è stato il procuratore egiziano.

Del resto anche l'ambasciatore egiziano a Roma, convocato oggi alla Farnesina, ha subito parlato di un atto criminale. 

Un colpo a cuore, duro da accettare, per la famiglia di Giulio, un ragazzo brillante, sorridente e poliglotta

Tutti lo devìfinivano come cosmopolita e studente modello.

Rodolfo Calò, corrispondente dell'Ansa al Cairo, ha dichiarato al TG5: "Una persona informata sui fatti potrebbe aver riferito all'Associated Press, l'agenzia americana, riguardo le ustioni ritrovate sul corpo del ragazzo".

Il governo italiano ha chiesto alle autorità egiziane il massimo impegno per cercare la verità dei fatti, tramite indagini congiunte, con la partecipazione di investigatori italiani.

Una missione guidata dal ministro per lo sviluppo economico Federica Guidi, che era in corso al Cairo, è stata immediatamente annullata.

Giulio si trovava in Egitto per conto dell'università presso cui studiava, stava scrivendo una tesi riguardo l'economia locale, e per studiare l'arabo.

Era sparito alle 20:00 di sera del 25 Gennaio nel quartiere di Dokki, sulla riva sinistra del fiume Nilo.

Il giovane avrebbe dovuto incontrare degli amici presso un pub di Piazza Tahrir, che celebrava il quinto anniversario della Rivoluzione.

Avrebbe dovuto percorrere circa tre chilometri, con l'aiuto anche della metropolitana, invece è scomparso.

In seguito c'è stato ritrovamento del corpo a nord della città, in una zona così distante sia dall'abitazione, che dal luogo dell'appuntamento con gli amici.

Tale episodio apre molti interrogativi, così come la drammatica notizia della tortura, che il Regeni avrebbe subito prima di essere torturato.

Un mistero questo, su cui il governo italiano ha intenzione di indagare fino in fondo. 

Giulio era tornato in Italia per l'ultima volta, in occasione delle vacanze di Natale, per stare vicino ai genitori, alla sorella ed agli amici più cari; tutte le persone con cui era cresciuto a Fiumicello, in provincia di Udine.

Il giovane dottorando era rimasto legato alla sua terra d'origine, nonostante fosse divenuto un vero e proprio cosmopolita. 

Gli studi negli Stati Uniti, il dottorato a Cambridge, la passione per la lingua araba, Giulio ne aveva fatta di strada per realizzare i suoi sogni.

Un ragazzo speciale, la cui vita è stata fermata dalla mano di balordi ancora avvolti nell'ombra.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Log in to comment


Avatar di z_celeste100
z_celeste100 ha risposto alla discussione #1140 3 Anni 4 Mesi fa
Un mistero fitto quello della morte di Giulio Regeni.

Le Autorità Egiziane, hanno dichiarato che si esprimeranno nel merito della vicenda, solo dopo l'autopsia sul corpo di Regeni.

La comunità italiana in Egitto, che aveva partecipato alle sue ricerche, esprime il suo cordoglio.

Il Presidente della Repubblica, Mattarella,
si è rivolto alle Autorità Egiziane, affinchè sia fatta luce sulla morte del giovane, con tutto il possibile impegno.

Il Presidente del Consiglio, Renzi,
ha personalmente telefonato al Presidente Egiziano, per assicurarsi che alle personalità delle Autorità Italiane che si recheranno in Egitto per le indagini, sia data massima libertà di controllo sulla documentazione inerente il caso.

L'Italia, invoca a gran voce, la massima collaborazione Italia-Egitto, nelle indagini!






Celeste100