Spagna: incidente in autobus, strage di studentiTragico incidente in autobus, almeno 14 morti ed una decina di feriti. L'incidente è avvenuto sull'autostrada tra Valencia e Barcellona. Sul pullman viaggiavano studenti universitari del programma Erasmus di diverse nazionalità (ben 19). Il terribile incidente è avvenuto nella regione della Catalogna. Nel pullman erano presenti 56 persone. L'età delle vittime è compresa tra i 22 e i 29 anni. Gli studenti venivano da Italia, Francia, Olanda, Finlandia, Ungheria, Germania, Svezia, Norvegia, Svizzera, Repubblica Ceca, Nuova Zelanda, Regno Unito Perù, Bulgaria, Polonia, Irlanda, Palestina, Giappone ed Ucraina. Molti di loro sono iscritti a facoltà universitarie di Barcellona. I sopravvissuti sono stati subito soccorsi ed ora si trovano ricoverati in diversi ospedali della zona.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Facevano rientro a Barcellona, dopo aver partecipato al festival di Las Fallas, una famosa festa pirotecnica della città di Valencia.

A bordo del pullman c'erano 56 ragazzi partecipanti all'Erasmus.

Un viaggio all'inizio tranquillo sull'autostrada Ap7, avvenuta alle 6:00 di questa mattina nei pressi di Terragona.

L'autista del pullman, per cause ancora da chiarire, secondo le prime ricostruzioni, avrebbe perso il controllo del mezzo ed avrebbe attraversato lo spartitraffico immettendosi nella corsia opposta.

Il tutto è avvenuto proprio mentre sopraggiungeva un auto con due persone a bordo.

L'impatto è stato violento, il pullman si è ribaltato finendo fuori strada, il bilancio è pesantissimo: 14 studenti morti, 43 quelli rimasti feriti.

Secondo quanto riportato sul sito di El Mundo, gli studenti sono di varie nazionalità: svizzeri, italiani, francesi, inglesi, turchi, ucraini e diversi provenienti da Barcellona.

Ancora ignota la nazionalità degli studenti deceduti, ma si parla anche di alcuni nostri connazionali che non ce l'avrebbero fatta.

L'autista del pullman è rimasto lievemente ferito ed è stato portato al commissariato, dove dovrà chiarire molti particolari.

L'incidente potrebbe essere avvenuto a causa di un colpo di sonno da parte di quest'ultimo, oppure a causa di un guasto meccanico. 

Illese le due persone che erano a bordo dell'auto coinvolta nel sinistro autostradale, il ministro degli interni del governo catalano ha dichiarato che saranno le indagini a chiarire le responsabilità, tuttavia è più probabile che si sia trattato di un errore umano.

L'autista del pullman, un uomo di 47 anni, ha un'esperienza di ben 17 anni nella ditta Autocare Alejandro, finora non aveva mai fatto alcun incidente, l'uomo è stato sottoposto a test anti-droga ed alcol, ma i risultati sono stati negativi.

Perchè comunque resta in piedi l'ipotesi del colpo di sonno? Semplicemente, in quanto esso è congruente alla dinamica dell'incidente e dal fatto che le condizioni d'asfalto e di visibilità erano assolutamente buone. 

Il bus ha prima colpito il guardrail sulla destra, per poi andare a sbandare e travolgere la divisione centrale, finendo nella carreggiata opposta per poi scontrarsi con le precitata auto.

Il pullman ha concluso il suo percorso ribaltandosi su un fianco in una cunetta.

Entrambe le carreggiate sono state chiuse per quasi due ore e le squadre di pronto intervento hanno lavorato a lungo per riaprire il traffico.

Sul luogo dell'incidente si è recato anche il console generale italiano a Barcellona, il dottor Stefano Nicoletti.

Le autorità spagnole sono al momento in contatto con i consolati a Barcellona di Ungheria, Germania, Svezia, Norvegia, Svizzera, Repubblica Ceca, Nuova Zelanda, Italia, Gran Bretagna Polonia, Bulgaria, Irlanda, Giappone, Ucraina e Palestina. 

Il tutto per avvertire le famiglie delle vittime e dei sopravvissuti e per dare informazioni più dettagliate sull'indicente. 

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Log in to comment


Avatar di ludwig
ludwig ha risposto alla discussione #1229 3 Anni 2 Mesi fa
Gli ultimi aggiornamenti hanno rivelato che le studentesse italiane morte nel tragico incidente sono sette.
L'autista, esperto nel suo lavoro, ha dichiarato che, purtroppo, lui stesso ha causato la perdita del controllo dell'autobus, poiché ha avuto un colpo di sonno.
Certamente era stanco, e probabilmente ha "saltato" qualche turno di riposo, causando un drammatico epilogo di, pare, quattordici morti.
Tutti giovani studenti universitari facenti parte del programma "Erasmus".
Il momento delle colpe è sempre qualcosa di agghiacciante e complesso in questi casi, potendo anche additare chi una colpa ce l'ha. Tuttavia, quel povero autista, che certamente una coscienza la tiene, dovrà in qualche modo portarsi dietro per il resto della vita questo peso, poiché quattordici ragazzi hanno un peso immisurabile.
Tutti i giorni muoiono sul freddo asfalto decine e decine di esseri umani, ma questo o non fa notizia o ne fa molto poca, magari per riempire una colonna di giornale rimasta vuota.
Ma quattordici morti in un sol colpo hanno un peso maggiore, almeno per la stragrande maggioranza delle persone. E' come quando è un aereo ad avere un incidente: sentire in TV o leggere sui quotidiani che più di duecento persone sono perite in un attimo è più tragico di constatare la morte di una sola persona. Eppure la vita umana è uguale per tutti, tutti valiamo qualcosa quando moriamo per un incidente qualsiasi.
Sinceramente non me la sento di puntare l'indice su quel meschino autista che involontariamente ha causato la morte di quattordici studenti universitari: in fin dei conti quarantadue ragazzi si sono salvati.
Si badi bene, ciò non è una consolazione, ma quando in un incidente automobilistico ci riesce a salvarsi, solitamente dice: "Be', poteva andare peggio!"