Dallas: agguato alla polizia, Obama turbatoA Dallas in Texas dei cecchini sparano sulla polizia nel corso di una manifestazione di protesta per l'uccisione di due afroamericani in Louisiana e Minnesota. Cinque poliziotti sono rimasti uccisi, sette i feriti. La tensione rimane altissima. Le uccisioni dei due afroamericani (avvenute una a poca distanza di tempo dall'altra) ha generato un'immensa protesta in tutti gli USA. I cecchini hanno sparato da un tetto. Il presidente Barack Obama ha dichiarato di essere profondamente turbato per quanto avvenuto, dichiarando: "E' il sintomo di una disparità razziale nel sistema della giustizia". I killer sono stati catturati. 

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Il panico è scoppiato a Dallas qualche ora fa, ore 20:45 locali, quando si sono sentiti diversi colpi di arma da fuoco. 

Il bilancio è il seguente: cinque poliziotti uccisi e sette persone ferite. 

Gli autori di questa strage sono due cecchini, i quali hanno agito durante una delle tante manifestazioni di protesta che si sono svolte in alcune città statunitensi. 

Il tutto è avvenuto poco dopo il duplice omicidio di due afroamericani in Louisiana e Minnesota, da parte di agenti. 

I due afroamericani sono stati uccisi a poca distanza di tempo l'uno dall'altro, nel giro di 48 ore. 

Il capo della polizia David Brown ha reso noto che durante l'agguato sono stati colpiti 11 dei suoi uomini. 

Il tutto è stato descritto come un vero e proprio agguato. 

Sono state fermate tre persone: una donna che è stata trovata in un garage e altre due che erano all'interno di una mercedes scura. 

Ironia della sorte, l'agguato è avvenuto a Dallas, la stessa città in cui, oltre mezzo secolo fa, il più famoso cecchino della storia assassinò il presidente Kennedy.

Assieme a lui furono "uccisi" anche i sogni della Nuova Frontiera. 

Il presidente Barack Obama è stato informato di tutto mentre si trovava a Varsavia per una conferenza della Nato, esternando il suo turbamento. 

Non c'è una sicurezza effettiva, ma si pensa che l'agguato ai danni degli agenti sia avvenuto come segno di protesta per la precitata uccisione di Philand Castle (32 anni)  e Alton Sterling (37 anni)

Philand è stato ucciso da un agente della polizia mentre era in auto con una donna ed un bimbo. 

L'uomo è stato fermato da una volante della polizia ed ha confessato di detenere un'arma con regolare licenza.

Mentre apriva il portafogli per mostrare gli opportuni documenti, uno o più agenti gli hanno sparato.

L'omicidio di Alton Sterling è invece avvenuto a Baton Rouge, in Louisiana.

Anche in quest caso, l'uomo di colore è stato ucciso da un agente. 

I due omicidi hanno scatenato forti sentimenti di dissenso da parte della comunità afroamericana. 

Il governatore del Minnesota ieri è stato scortato fuori dalla sua abitazione, assediata dalla folla. 

La tensione razziale si è acuita in tutti gli Stati Uniti, fino ad attraversare New York. 

Sono stati resi noti i nomi dei due poliziotti coinvolti nell'uccisione.

Si tratta di Howie Lake II e Blane Salamoni.

Del forte clima di tensione è consapevole anche Barack Obama, il quale ha dichiarato: "La violenza della polizia nei confronti degli afroamericani non è una questione solo nera od ispanica, ma una questione americana".

Fonti:

TG5 ore 8:00 dell'8 Luglio 2016

Dallas, cecchini colpiscono durante marcia afroamericani: morti 5 agenti. Presi i killer di Alberto Flores D'Arcais e Katia Riccardi, articolo pubblicato su Repubblica.it dell'8 Luglio 2016

Usa: altri due afroamericani uccisi in 48 ore articolo pubblicato su Ansa il 7 Luglio 2016

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Log in to comment