PAPA BERGOGLIO ALLA GMG: LANCIA AI GIOVANI UN APPELLO DI SPERANZANella giornata del 27 luglio Papa Francesco è volato a Cracovia per partecipare alla Giornata Mondiale della Gioventù. Si è rivolto alla folta platea di giovani esprimendo la sua preoccupazione riguardo alle ripetute minacce terroristiche che si stanno verificando in Francia e in altre zone d'Europa, ma non manca un messaggio di speranza. 

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Sono circa trecentocinquantamila i giovani accorsi nella città di Cracovia, provenienti da oltre cento nazioni del mondo, per partecipare alla Giornata Mondiale della Gioventù, presieduta dall'arcivescovo di Cracovia, il cardinale Stanislaw Dziwizs.

Sono state schierate molte unità delle forze dell'ordine per garantire la sicurezza durante l'evento, che è ormai una tradizione consolidata in terra polacca, sin dal 1985, l'anno dell'inaugurazione che fu organizzata da Papa Woytila.

Il pubblico ha atteso con molta trepidazione l'arrivo dell'amatissimo Papa Bergoglio, che ha salutato la folla con affetto e con gioia e non ha potuto fare a meno di parlare delle recenti e sanguinose vicende di terrorismo che rattristano l'Europa e il mondo.

Papa Francesco ha definito la situazione attuale "una guerra vera e propria" non di religione, ma dovuta a motivazioni di natura politica ed economica che spinge parte del mondo arabo a manifestare un odio feroce verso l'Occidente. Il Pontefice ha accennato a questioni che riguardano il dominio di popoli su altri popoli e ha affermato con amarezza che l'umanità ha ormai perso da tempo il suo stato di pace.

Nonostante l'evidente preoccupazione, nelle parole di Bergoglio, indirizzate alle giovani folle, è trapelata una tenerezza mista ad una serafica serenità, il Papa ha dichiarato di aver fiducia nelle nuove generazioni che, attraverso la fede e la fratellanza, possano contribuire a costruire, in avvenire una società più pacifica. 

Nel suo discorso ha ricordato la vicenda di padre Jaques Hamel, un parroco francese di 86 anni, barbaramente ucciso alcuni giorni fa durante un brutale attacco terroristico in una chiesa della Normandia, dopo aver dedicato gran parte della sua vita al sacerdozio e alla preghiera e ha rivolto il suo pensiero pure alle altre vittime di questo vortice di insensata violenza e alla condizione di miseria e di disordine politico e sociale in cui versano gli stati africani, dove quotidianamente muoiono troppi innocenti e molti di loro sono bambini.

Il Papa ha pubblicamente ringraziato sia il presidente Hollande, che lo ha prontamente contattato per porgere le sue personali condoglianze, dopo l'attentato nella chiesa nei pressi di Rouen, sia Ahmad Al-Tayyib, l'imam di Al-Azharche che ha espresso al Pontefice profonda costernazione per l'accaduto e sentimento di solidarietà verso la Chiesa e verso i popoli caduti nel mirino della follia dell'Isis.

Vuoi sapere quante visite ha questo articolista? Clicca sul bottoncino "VS" a lato.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Log in to comment


Avatar di Giusi
Giusi ha risposto alla discussione #1371 3 Anni 1 Mese fa
Si è appena conclusa la Giornata Mondiale della Gioventù a Cracovia.
L'incontro è stato sentitamente partecipato da tanti giovani provenienti da tutto il mondo, chi non ha potuto partecipare di presenza lo ha fatto dietro lo schermo televisivo.
E' stato un messaggio di speranza quello di Papa Francesco diretto a tutti i giovani della terra invitandoli a vivere la loro vita felicemente e ad allargarne la prospettiva verso il futuro. Le giornate sono state animate da varie performances e testimonianze.
I giovani hanno anche visitato i campi di concentramento dove milioni di esseri umani sono stati barbaramente uccisi dalla follia nazista.
Il santo Padre ha esortato tutti a non perdere la speranza nonostante la frenesia della situazione attuale a causa degli attentati terroristici avvenuti in Francia.
Si tratta per citare appunto le parole del Papa di "una guerra vera e propria" dovuta a interessi politici ed economici piuttosto che religiosi. Non si può combattere una guerra giustificandola in nome di Dio.
E' stato un incontro davvero interessante quest'anno che ha coinciso con il Giubileo della Misericordia e ha rivolto in larga misura il pensiero a S.Giovanni Paolo II.
Avatar di Antonietta Zazzara
Antonietta Zazzara ha risposto alla discussione #1385 3 Anni 1 Mese fa
Il messaggio del Santo Padre ha fatto breccia nei cuori di molti giovani, dopo l'evento della GMG, sono numerosi quelli che hanno deciso di intraprendere la strada del sacerdozio e della vita religiosa, molti altri hanno deciso di dedicarsi ad attività umanitarie e al volontariato per aiutare gli altri, gli ultimi, gli abbandonati.
Le parole di Papa Francesco hanno cambiato la vita di tante persone, dando vita a dei miracoli d'amore in un mondo che sembra dominato dell'odio e della violenza....ma alla fine il bene vince sempre!