L'ulcera cutanea spaventa l'Australia e il mondo
L'ulcera cutanea spaventa l'Australia e il mondo. 

C'è una notizia rispetto alla quale i cittadini australiani si sentono indifesi, ma lo stesso sentimento riguarda anche il mondo intero. In questi ultimi quattro anni sono aumentati di circa del 400% i casi dell’epidemia definita anche come l’ulcera carnivora. Questa malattia è conosciuta anche come l’ulcera di Buruli, si tratta di una serie di infezioni della pelle che generalmente è diffusa in Africa. A spiegare tutto è il dottor Daniel O’Brien, esperto di malattie infettive, che intervistato dalla BBC ha dichiarato: “Sono diventati spaventosamente più gravi e comuni”. L’aspetto più negativo vede come protagonisti i medici che non hanno ancora ben capito come fermarne la diffusione.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Un misterioso batterio mangiacarne sta seminando il panico tra le persone e i medici di Victoria (stato federato dell'Australia, che non sanno dare una spiegazione al fenomeno.

L’essere, definito cattivo e famelico, infatti, divora letteralmente lo stomaco delle persone, dal di dentro, provocando delle vaste ulcere, chiamate ulcera di Buruli.

La sua diffusione, senza precedenti, preoccupa tutti anche e soprattutto perché al momento non si sa come fermarlo.

Si tratta di un batterio mangiacarne comune nell’Africa tropicale, ma ora pare abbia preso la via dell’internazionalità arrivando, per ora, in Australia.

A questo punto gli esperti si domandano fin dove arriverà, poiché è molto agguerrito e difficile da combattere: si trova di solito nell’acqua stagnante e i suoi effetti possono essere devastanti sui malati, e comprendono anche disabilità e deformità a lungo termine.

Adesso, giunto appunto dall’Africa, si sta diffondendo in modo incontrollato in Australia: per ora sono stati segnalati casi nel Daintree, nel Northern Territory, nel New South Wales e nell'Australia occidentale. 

In ogni caso, la maggioranza dei casi proviene da Victoria, dove c'è una preoccupante diffusione dell'epidemia con 182 nuovi casi nel 2016, 275 nel 2017 e già 30 (finora) nel 2018.

Le autorità hanno rilevato che gli animali domestici come cani e gatti, ma anche koala e opossum hanno in molti casi sviluppato la malattia, anche se non è ancora chiaro se siano poi loro a diffonderla o che altro.

Su richiesta dei ricercatori, e vista l’emergenza, il Governo federale ha già stanziato oltre 2,4 milioni di dollari per la ricerca di una soluzione, mentre la sola città di Victoria ha già stanziato nel tempo quasi 1 milione di dollari.

Tra i vari interventi si è proceduto a test sulle feci degli animali, su zanzare e altri ritenuti portatori dei batteri, tutti casi che si verificano nelle penisole di Mornington e Bellarine, ma c'è il rischio che questa temibile epidemia possa diffondersi in altre zone costiere ha dichiarato il dott. Brett Sutton, del Servizio Sanitario Nazionale.Colpisce più d’estate.

Pare che l’infezione colpisca più d’estate, quando anche vi sono più insetti che pungono, come le zanzare.

L’incubazione può durare da quattro a sei mesi dopo l'esposizione al batterio, dopo di che in genere emergono i sintomi, che possono iniziare come un'area rossa e gonfia.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Ulcera carnivora: un misterioso batterio divora, da dentro, lo stomaco delle persone, diariodelweb.it, 16 aprile 2018.

Per l'immagine: www.we-news.com 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Log in to comment