Le immagini delle macchine della polizia, giunte immediatamente dopo l'attacco che è costato la vita a dieci persone
Le immagini delle macchine della polizia, giunte immediatamente dopo l'attacco che è costato la vita a dieci persone. 

Nuova strage tramite l'attacco di un furgone sulla folla: è accaduto intorno all'ora di pranzo a Toronto, in Canada. Il bilancio provvisorio è di 10 morti e 15 feriti. Arrestato l'autore del gesto: è uno studente venticinquenne di origini armene. il giovane dopo una breve trattativa si è consegnato alle autorità. Sembra da escludere la pista legata ad un attacco terroristico.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Torna l’incubo dell’attacco con veicolo sulla folla: questa volta è toccato alla città di Toronto, in Canada, con un bilancio provvisorio di 10 morti e 15 feriti, di cui 4 in condizioni gravi.

Il responsabile è stato catturato, si chiama Alek Minassian, studente canadese di origine armena,  mentre dal canto loro gli investigatori spiegano che si è trattato di un “attacco deliberato”, ma non è ancora possibile stabilire se l’origine dell’attacco sia legato ad una matrice terroristica.

Tuttavia, secondo fonti vicine alle indagini, la causa dell’attacco sarebbe da attribuire non al terrorismo a problemi psichici del giovane.

L’attacco è avvenuto all’ora di pranzo, intorno alle 1,28, tra Yonge Street e Finch Avenue Est, una zona commerciale in cui si trovano anche molti uffici.

Quando i servizi di emergenza sono arrivati sul luogo, hanno trovato diverse vittime stese a terra, ed una decina di persone gravemente ferite.

Secondo testimonianze, il veicolo, un furgone Ryder bianco a noleggio bianco “procedeva in modo pericoloso e ad una forte velocità”. 

Significative le testimonianze di alcuni impiegati che, al momento della strage, si trovavano in pausa pranzo: “Li colpiva uno ad uno e i corpi volavano in aria”.

Il veicolo è stato localizzato dalla polizia a un chilometro di distanza mentre si trovava fermo di fronte ad un negozio.

In un video diffuso dal quotidiano Toronto Star e divenuto subito virale, si vede il giovane studente mentre fronteggia un agente di polizia, tenendo in mano quella che probabilmente è un’arma da fuoco: il venticinquenne ha poi puntato l’arma contro il poliziotto, invitandolo a sparargli.

Tuttavia al termine di una breve trattativa Alek Minassian è stato ammanettato.

A Toronto era in corso una riunione ministeriale del G7 a circa una trentina di chilometri dal luogo della strage e non a caso il primo ministro canadese Justin Trudeau ha subito voluto esprimere tutto il suo cordoglio verso le famiglie delle vittime: “I nostri cuori sono tutti con le persone coinvolte, sapremo e diremo qualcosa di più nelle prossime ore”.

Ma chi è AleK Minassian? In queste ore le autorità canadesi stanno cercando di scavare nel passato del venticinquenne: cittadino canadese ma di origini armene, era residente nel sobborgo di Richmond Hill a nord di Toronto, studiava al Seneca College e frequentava il terzo anno di informatica; era incensurato, maecondo fonti non confermate, Minassian avrebbe fatto diverse ricerche sul web cercando informazioni su Elliot Rodger, il killer protagonista della strage di Isla Vista in California, nel 2014, quando investì e uccise 6 persone nelle vicinanze del college di Santa Barbara, provocando inoltre 14 feriti.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: QUI SCRIVI IL TITOLO DELL'ARTICOLO, IL SITO CHE LO OSPITA, L'AUTORE E LA DATA.

Per l'immagine: www.we-news.com 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Vittorio Bottillo

Log in to comment