Fuggi fuggi dallo Sporting Lisbona: tifosi violenti e problemi societari
Fuggi fuggi dallo Sporting Lisbona: tifosi violenti e problemi societari. 

Chi rompe paga e i cocci sono suoi, dice la vulgata. La rottura è arrivata a metà maggio, quando poco meno di cento tifosi ultrà dello Sporting Lisbona, che hanno fatto irruzione nel centro d'allenamento della squadra aggredendo alcuni giocatori della prima squadra, il tecnico Jorge Jesus e il suo collaboratore Raul José. I cocci invece sono gli sviluppi di mercato che, a questo punto, penalizzano la società biancoverde con ben 6 giocatori che hanno chiesto e stanno ottenendo la rescissione contrattuale. Le antenne delle società di calcio italiane a questo punto sono drittissime.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Il caso è vecchio di qualche settimana, scoppiato a seguito alla sconfitta nell'ultimo turno di campionato in casa del Maritimo che ha tagliato fuori lo Sporting Lisbona dalla prossima Champions League.

Tra i giocatori aggrediti dai tifosi, tutti incappucciati, c'erano anche Bas Dost (per cui sono stati necessari alcuni punti di sutura alla testa), Acuña, Rui Patrício, William Carvalho e Battaglia.

Il club aveva poi confermato la notizia e emesso un comunicato stampa condannando "con veemenza quanto accaduto".

Oggi, le conseguenze di tutto questo: a causa di quel gesto potrebbe esserci delle ripercussioni, perché ci sono alcuni giocatori sul punto di lasciare il club chiedendo lo svincolo per giusta causa.

Tra questi c’è anche Bruno Fernandes, fantasista ex giocatore della Sampdoria: su di lui c’è l’interesse della Fiorentina ma attenzione anche alla Roma, tentata dalla possibilità di prendere il portoghese a costo zero.

Lo stesso Napoli avrebbe potuto risparmiare non poco, magari prendendo a zero Rui Patricio, dopo aver visto lo svincolato Reina liberarsi a zero in direzione di Milano rossonera.

Al di là degli sviluppi sportivi della vicenda, si tratta dell'ennesimo caso di giocatori di calcio ostaggio delle intimidazioni dei tifosi, o peggio delle loro aggressioni.

In casi del genere, la legislazione sportiva portoghese permette ai giocatori di liberarsi a zero e non manca qualche malpensante che sostiene che tutto possa essere stato organizzato ad hoc.

Il fatto è che a questo punto lo Sporting Lisbona deve fare i conti con un'emigrazione di massa di giocatori dopo l'episodio dell'assalto avvenuto il 15 maggio nel ritiro di Alcochete quando un centinaio di ultras mascherati hanno aggredito tra gli altri William Carvalho, Rui Patricio e Bas Dos.

Una brutta storia che ha fatto scattare la giusta causa per la rescissione del contratto: oltre al bomber Bas Dost (che piace al Milan ma sembra vicino al Siviglia), ci sono anche Gelson Martins, Bruno Fernandes, William Carvalho, Daniel Podence e Rui Patricio (ex obiettivo del Napoli, vicino al Wolverhampton).

Questi giocatori dunque con l'addio ufficiale con rescissione saranno liberi di andar via, a zero con buona pace dello Sporting.

Attorno alle sorti future di Bruno Fernandea roteano, sperando tutte di prenderlo, sia la Fiorentina che l'Udinese, che, forse soprattutto, la Roma.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Sei giocatori dello Sporting possono rescindere. Bruno Fernandes e la Fiorentina…, violanews.com, 12 giugno 2018.

Per l'immagine: www.we-news.com 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Log in to comment