Foto Disastro Torri GemelleConoscere la realtà che ci circonda, la cronaca interna e la cronaca estera, è estremamente importante per saper come comportarsi di fronte a certi casi come tentativi di stupro, furti, terremoti, e quant'altro lo scenario della cronaca mostra. Rimanete aggiornati anche con i nostri feed ed iscrivetevi alla nostra newsletter se non volete perdere neanche una notizia.

L'esplosione alla stazione bus di Manhattan
L'esplosione alla stazione bus di Manhattan.

Quando viene colpita New York, tutti noi tratteniamo il fiato. Il mondo ha un sussulto e la preoccupazione sale. E' accaduto anche a due settimane dal Santo Natale 2017, quando le linee della metropolitana di New York A, C e E sono state evacuate in seguito alle segnalazioni di un'esplosione nell'area di Port Authority, sulla 42ma strada e l'Ottava Avenue, non lontano da Times Square. La notizia è stata rilanciata in tutto il mondo dai media americani. L'ordigno esplosivo rinvenuto a Port Authority sarebbe un ordigno artigianale che è parzialmente esploso. La polizia si è poi messa ulteriormente al lavoro con lo scopo di cercare altri eventuali ordigni esplosivi.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Log in to comment
Russia clandestina ai prossimi Giochi olimpici invernali
Russia clandestina ai prossimi Giochi olimpici invernali. 

Una volta toccava alla DDR, la vecchia Germania dell'est al di là del muro, la Germania orientale, quella comunista. Quella organizzazione statale concepiva il doping come l'affermazione della costruzione di un atleta di Stato che, attraverso i successi sportivi, rendeva un servizio alla nazione comunista. Lo si vedeva soprattutto nel nuoto, con le ondine trasformate in siluri, a cominciare da Barbara Krause. Oggi sotto il torchio del Comitato Olimpico Internazionale è finita la Russia: niente Olimpiadi invernali per la nazione di Putin. Come potrà poi la Russia rifarsi una verginità sportiva per ospitare i Mondiali di calcio?

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Log in to comment
Sudafrica: #Pistorius, più che raddoppiata la sua pena
Sudafrica, la morte di Reeva: #Pistorius, più che raddoppiata la sua pena. 

Qualche buontempone sui social lo ha chiamato una sorta di Black Friday alla rovescia. Mentre in Europa i prezzi vengono dimezzati, in Sudafrica la pena di Oscar Pistorius è stata più che raddoppiata. Un po' più di giustizia, sono i commenti di altro tenore, per Reeva Steenkamp. Mentre la sua compagna, la modella sudafricana morta a 29 anni, continua a riposare ci auguriamo in pace, Pistorius incassa più del doppio della pena che aveva. Per il  velocista sudafricano si passa a 13 anni e 5 mesi, sempre con l'accusa di omicidio nei confronti della splendida giovane.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Log in to comment
Prima la musica, poi gli spari: morti e feriti a Las Vegas
Prima la musica, poi gli spari: morti e feriti a Las Vegas. 

Vittime innocenti, siamo tutti Las Vegas. Quante volte abbiamo reagito con il cuore, i pensieri e i buoni sentimenti agli spari che arrivano all'improvviso, dal nulla, dalla follia. Nessuna matrice terroristica? L'uccisione di un sospetto non cancella la strage. Il fatto che sia escluso il terrorismo, non deve far  fare un sospiro di sollievo proprio a nessuno. Magari quelli terroristici sono stati esempi che hanno sdoganato altri folli, che hanno fornito una ispirazione ad altri individui. L'orrore di Las Vegas resta. Cinquanta vittime e oltre non possono essere derubricate a non terrorismo. Sono vittime del terrore anche loro.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Log in to comment
Sergio Aguero si è salvato, ma ha rischiato grosso ad Amsterdam
Sergio Aguero si è salvato, ma ha rischiato grosso ad Amsterdam. 

Perchè a Napoli gongolano? Non avranno contro Sergio Aguero, il Kun tanto caro a Diego Armando Maradona, nelle due partite di Champions League dei partenopei contro il Manchester City di Guardiola. Vero, ma la prima cosa cui pensare nelle ore post incidente stradale è che l'attaccante argentino l'ha davvero scampata bella. Le foto dell'incidente di Amsterdam, con il taxi sul quale si trovava il Kun diffuse via twitter dall'editor olandese Roeland Roovers sono eloquenti. Poteva andare molto peggio. Perchè tutto questo? Per il concerto di un amico di Aguero...

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Log in to comment
Yoko Ono contro la limonata John Lemon: una giusta causa?
Yoko Ono contro la limonata John Lemon: una giusta causa? 

John Lennon non è una limonata e la leggenda non può essere derubricata a limonata. Siamo d'accordo. O quantomeno, chi decide di fare la limonata John Lemon, almeno si faccia vivo prima, chieda il permesso, non vada sul mercato senza colpo ferire. Ma Yoko Ono non è stata comunque troppo severa? Se lo chiede chi nota che Ringo Starr, compagno di vita e di leggenda di John, è diventato un biscotto da anni eppure non ha mosso un dito. La grande vedova di John Lennon ha invece fatto causa e ha bloccato la vendita della limonata che fa la caricatura al suo mitico marito...

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Log in to comment