IL MIUR RIPRENDE I CONCORSI: UNO PER DIRIGENTI, UNO PER DOCENTIBuone nuove dal MIUR, ai primi di giugno, sarà reso pubblico il bando di concorso per 2.386 posti da dirigente scolastico, questo è stato comunicato durante un tavolo di concertazione tra sindacato e MIUR svoltosi a Roma nella mattina di ieri.

Alle organizzazioni sindacali è stato comunicato il calendario che prevede: la scadenza per presentare le domande  il primo luglio.

La prova pre-selettiva il 15 settembre, le prove scritte il 30 ottobre, la correzione dei testi entro 20 febbraio, la prova orale entro il 20 maggio.

Le graduatorie saranno stilate entro il 30 giugno e le nomine dal primo settembre 2012 con relativi quattro mesi di formazione.

E’ prevista la messa on line della tipologia di prove per i test pre-selettivi.

Intanto le proposte di viale Trastevere nemmeno questa volta soddisfano La CGIL FLC, infatti i delegati sindacali hanno riscontrato 485 posti in meno rispetto ai 2871 previsti nella bozza di maggio 2010, a quanto è noto sapere, la diminuzione dei posti è stata fortemente voluta dal MEF perchè a vedere del ministero dell'economia e della finanza ci sarebbero da sottodimensionare almeno altri 700 istituti scolastici, secondo la FLC invece a fine espletamento concorsuale resteranno scoperte ancora parecchie dirigenze.

 

 

Intanto però pare utile comunicare che il MIUR a breve renderà nota una batteria di 4000/5000 domande a risposta multipla, su cui coloro che intendono partecipare al concorso potranno esercitarsi per affrontare al meglio la  prova preselettiva che  consisterà in 100 domande a cui rispondere nel tempo di 60 minuti: supereranno la prova tutti i candidati che avranno dato 80 risposte esatte su 100; non saranno valutate negativamente le risposte errate o non date.

Il ministero dell'Istruzione ha dunque preso un impegno formale con i sindacati, il concorso per dirigenti dunque è finalizzato a  sopperire gli attuali 1.300 posti vacanti come dirigente scolastico ed assegnati in reggenza: il bando comunque  metterà in luce il numero esatto di cattedre che andranno a concorso perchè lo svolgimento sarà regionale e non nazionale!

Novità anche per la classe docente, infatti  mentre i funzionari del MIUR provvedono all'aggiornamento delle graduatori, evitando gli spostamenti in provincie  diverse da quelle di appartenenza, altri funzionari pensano ad organizzare un maxi concorso, necessario per colmare la carenza di insegnanti soprattutto nelle materie tecniche e scientifiche per le quali, soprattutto al Nord, non ci sono più docenti in graduatoria.

Infatti sono circa 150.000 i docenti non stabilizzati che potrebbero fare ricorso, pesando sul Ministero tra i 4 ed i 6 miliardi di euro in risarcimenti.

Per questo motivo si sta pensando a un pacchetto di assunzioni, per far fronte ad una parte dei ricorsi.

Indiscrezioni ministeriali intanto dicono che i  concorsi banditi per assumere nuovi docenti saranno a cattedra e terranno conto delle effettive necessità, cioè in base alle cattedre vuote e in rapporto agli insegnanti di cui si avrà realmente bisogno.

Written by Eleonora Casula modificated by Manager_Igor Scarabel

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

 

Nel contempo il Codacons, ha intenzione di lanciare una class-action perchè richiede ai Ministri Brunetta e Gelmini la stabilizzazione per 40.000 precari e un risarcimento di 30.000 euro per ognuno di loro.

Log in to comment