Foto Papa Benedetto XVIIl Liceo Scientifico Keplero di Roma ha deciso di installare distributori automatici di preservativi nei bagni.

Questa la notizia che ha scatenato le reazioni del Cardinale Agostino Vallini, a cui fanno eco oggi le pagine de L'Avvenire:

in un editoriale firmato da Paola Ricci Sindoni il quotidiano prende posizione sull'argomento, sottolineando come l'iniziativa possa incoraggiare gli studenti ad avere rapporti sessuali anche all'interno dell'istituto.


Tra le altre cose, scrive L'Avvenire, gli insegnanti sembrano trascurare l'educazione morale e spirituale degli studenti, fermandosi alle conseguenze "pratiche" del sesso: in questo modo, secondo il quotidiano (L'Avvenire), si trasmette agli studenti l'idea del sesso come semplice attività fisica.


Papa Benedetto XVI ha già affrontato l'argomento contraccezione l'anno scorso, sollevando le critiche dell'Unione Europea quando aveva dichiarato che la distribuzione di preservativi non avrebbe risolto i problemi di AIDS del continente africano.

Il preside dell'istituto romano, Antonio Panaccione, ha risposto difendendo il suo operato: "Non era nostra intenzione fare scandalo, l'iniziativa non è pensata per incoraggiare i rapporti sessuali tra studenti: al contrario, è una questione di prevenzione ed educazione dei ragazzi".


L'esperimento comunque non è nuovo: già 10 anni fa erano comparsi distributori di preservativi in alcune scuole superiori.

In quell'occasione le macchine avevano sollevato meno polemiche, ma erano state rimosse per inutilizzo.


"Tutte queste critiche sono arrivate perchè ci troviamo a Roma, la città del Pontefice" - ha aggiunto Panaccione, che conferma l'installazione dei distributori per settimana prossima.


Il prezzo dei profilattici tra l'altro sarà alla portata di tutti: 2 euro per una confezione da tre.

Log in to comment