La truffa dello yacht non c'entra nulla con Capri
La truffa dello yacht non c'entra nulla con Capri. 

Lei voleva solo sfogarsi e anche giustamente. Poi però su tutti i giornali del mondo ci è andata Capri, con una pubblicità negativa che ha allarmato operatori turistici, imprenditori e amministratori locali. La vicenda riguarda una danarosa turista americana, Jillian Michaels, la star del fitness, i suoi amici e familiari. Si tratta di una questione di truffa turistica, uno yacht spacciato per bello e scintillante sul web ma che in realtà si è rivelato essere tutt'altro. Jillian ha provato a farselo andar bene lo stesso, a sopportare, poi però ha dovuto abbandonare l'imbarcazione, con il "mostro" Capri che si è ritrovata sbattuta suo malgrado in prima pagina.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Di una vacanza-truffa nel golfo della Campania è rimasta vittima Jillian Michaels, 43 anni, non solo una personal trainer d'altro bordo, ma personaggio televisivo del fitness di primo piano sui network USA.

Proprio lei ha raccontato una brutta avventura su uno yacht in Costiera Amalfitana, ma Capri non accetta di essere infangata.

Il sindaco di Capri, Giovanni De Martino, ha dichiarato: “Non è mai sbarcata a Capri, ma ha associato al nome di Capri una truffa”.

La piazzetta e tutti gli operatori commerciali e turistici dell'isola dei faraglioni non ci stanno ad essere ribattezzati a cuor leggero come un luogo di mafiosi.

Jillian Michaels, al suo arrivo a bordo, ha scoperto che la barca era sporca e rotta, ma non solo: al terzo giorno di viaggio è stata costretta ad abbandonare la nave per contrasti con l’equipaggio.

E' stato quindi il non meglio identificato equipaggio il vero e proprio casus belli? Un nuovo episodio negativo per l'Italia in questa estate di caldo e di incendi, di eventi improvvisi soprattutto al Sud?

Così sembra perchè l’equipaggio avrebbe chiesto più soldi per il carburante, dando la colpa ai prezzi particolari che verrebbero applicati da una non ben specificata "mafia di Capri".

Apriti cielo, titoli, giornali, televisioni, proprio in estate: a quanti grafici e titolisti non è sembrato vero...soprattutto all'estero, dove l'Italia gode sempre di un trattamento molto speciale vero?

Anche e soprattutto per questo il comune di Capri si è rivolto ai propri consulenti legali, anche se la strada della denuncia e della rivalsa sono molto strette, pur restando a tutti gli effetti il danno di immagini procurato all'isola.

Mancano infatti i nomi e i cognomi dei componenti dell'equipaggio che avrebbero parlato in termini negativi a Jillian Michaels di Capri.

In realtà, alla prova dei fatti, dell’isola campana parla solo la persona truffata che si trovava nelle acque della Costiera amalfitana quando si sono susseguiti uno dopo l'altro gli episodi negativi di una vacanza da dimenticare.

A sua volta infatti la Michaels è anche da capire: ha pagato ben 60.000 euro per una vacanza di 12 giorni interrotta dopo soli 3 giorni a causa non solo dello stato dello "yacht" fotografato dall'americana truffata ma anche delle minacce che sarebbero sopraggiunte alla sicurezza e all'incolumità dei suoi cari.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: La vacanza da incubo di Jillian Michaels, napoli.repubblica.it, 8 Agosto 2017.

Per l'immagine: www.we-news.com 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Entra per commentare