Rissa in discoteca: picchiato a sangue il figlio del boss dei Casalesi
Rissa in discoteca: picchiato a sangue il figlio del boss dei Casalesi. 

Sembrava una normale rissa, anche se maxi, in discoteca, ragazzi che si prendono a calci e pugni, ma ad un certo punto si respira l'odore acre di qualcosa di diverso. Quando si scopre chi è coinvolto, i titolari non chiamano la polizia. Ecco perchè: non si picchiavano ventenni ubriachi, ma il  giovane pestato si chiama Ivanhoe Schiavone ed è il quarto dei sette figli del boss Francesco Schiavone, alias Sandokan. Il quotidiano Il Mattino ha reso noto che la rissa (o l'affronto?) sarebbe avvenuta nei giorni scorsi in un locale a Carinaro (Caserta). Quando la storia è divenuta di dominio pubblico, si sono attivate la procura di Napoli Nord e la Dda

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Il papà è detenuto in un regime di carcere duro, lui, invece, uno dei suoi sette figli, è stato pestato a sangue in una rissa fra discotecari nell'agro aversano.

Tutto è avvenuto in un noto locale di Carinaro, in provincia di Caserta, dove è scoppiata una rissa che ha visto coinvolto il 29enne Ivanhoe Schiavone di Casal di Principe, quarto dei sette figli del boss dei casalesi Francesco Schiavone, ovvero "Sandokan".

Il parapiglia è stato davvero violento e hanno preso parte decine di ventenni in preda all’alcol: i motivi erano sostanzialmente futili, ma il rampollo di casa Schiavone avrebbe riportato diverse contusioni al volto e un taglio sul sopracciglio. 

Come derubricare l'episodio?

Rissa per futili motivi o affronto al potente clan dei Casalesi?

E' proprio questa la preoccupazione degli investigatori: una possibile reazione a livelli criminali più alti per rispondere alle ferite subite proprio e in particolare dal figlio di Sandokan.

Ricordiamo che Ivanhoe Schiavone era stato arrestato il 4 Maggio 2012 nell’ambito di un’inchiesta sull’imposizione ai commercianti di penne e calendari da parte del clan Schiavone per le festività natalizie del 2011.

Tre anni dopo però, per la precisione nel Maggio 2015, il giovane fu assolto dalle accuse ma sottoposto al regime della sorveglianza speciale fino al mese di Dicembre dello scorso anno, il 2016.

Il superboss dei Casalesi tiene molto al figlio e ne è la dimostrazione il fatto che per lui aveva scelto un nome evocativo: Ivanhoe, come quello del cavaliere inglese dell’opera di Walter Scott.

Quella che può essere tranquillamente definita una zuffa è durata diversi minuti, fino a quando i gruppi rivali non si sono allontanati, momento in cui il locale è stato poi chiuso.

La complicazione temuta dagli inquirenti è che nel gruppo che si è scontrato con quello di Schiavone, ci sarebbe il nipote di un boss di Marano, in provincia di Napoli.

Tornato nelle cronache per via di questa rissa in discoteca, Ivanhoe Schiavone è quel che si può definire un personaggio eccentrico, pieno di tatuaggi, sempre vestito alla moda e con una nutrita schiera di followers sui social network.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Carinaro, rissa in discoteca: pestato il figlio del boss "Sandokan", pupia.tv, 27 Ottobre 2017.

Per l'immagine: www.we-news.com 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Log in to comment