Clochard grave in un ospedale di Torino: lo hanno bruciato!
Clochard grave in un ospedale di Torino: lo hanno bruciato!

Indifeso e solo come tutti i clochard. Per qualche anima vile e annoiata è facile prendersela con lui, infierire, esagerare. Adesso presenta ustioni di secondo e terzo grado al volto il clochard di 60 anni che è stato aggredito in un giardino pubblico a Torino. L'uomo si trova adesso ricoverato in rianimazione all'ospedale San Giovanni Bosco del capoluogo piemontese. La prognosi, riservata, non è stata sciolta. A causa della presenza di un edema alla gola, è stato prima sedato e poi intubato. Il Centro 'grandi ustionati' dell'ospedale Cto di Torino non ha dato indicazione al trasferimento.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

L'aggressione che gela il  sangue a chiunque legga la notizia, un clochard bruciato vivo, è avvenuta nei giardini Madre Teresa di Calcutta, quartiere Aurora di Torino, una delle zone cittadine con il  tasso più alto di presenza di immigrati stranieri.

La vittima di tutto questo è un uomo senza fissa dimora di 61 anni, di origine romena che ha spiegato di essere stato aggredito da alcuni sconosciuti che gli avrebbero versato addosso del liquido infiammabile prima di dargli fuoco.

Le indagini sono affidate alla Squadra Mobile della Polizia, nella speranza che le ricerche non si limitino ai fantasmi ma approdino a risultati concreti.

La vittima di questa aggressione disumana si chiama George G.: vive da almeno due anni nel giardino intitolato a Maria Teresa di Calcutta che si trova a pochi isolati da piazza della Repubblica, dove dormiva ogni notte col suo materasso accanto a una panchina in compagnia di altre persone.

Sembra che l’aggressione possa essere avvenuta dopo un litigio con un altro senza fissa dimora.

In questo senso è stato provvidenziale l’intervento di alcuni passanti richiamati dalle urla del clochard: sono stati loro ad allertare i primi soccorsi e a determinare l'intervento del servizio 118.

Lite fra clochard in un contesto disperato?

O un episodio di grave e barbaro razzismo da parte di qualche prepotente?

Luca Deri, il presidente della Circoscrizione 7 di Torino, ha dichiarato: "Purtroppo era un fatto annunciato. Temevano che sarebbe finita in questo modo".

Ha aggiunto lo stesso Deri:  "Ieri eravamo qui con un gruppo di volontari a ripulire il giardino da cocci di vetri, lattine e immondizia. Sul nostro territorio ci sono problemi analoghi ad altre zone. Sono tanti i clochard che trovano rifugio nel quartiere, ma tanti di loro non accettano di essere ospitati nei dormitori".

Ha parlato anche Mihai Sogea, un senzatetto amico dell'uomo che è stato aggredito: "Lui viene qui spesso. Si mette a dormire sulla panchina e c'era anche ieri. Abbiamo bevuto del vino tra le 16 e le 17, poi sono andato via".

Le altre sue parole sono utili per capire rapporti, situazione, contesto:  "Lui è un tipo tranquillo. Le persone gli danno da mangiare, gli portano del pane e dell'acqua. Mai avuto problemi. Nessuno ci ha mai infastiditi"

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Torino, clochard aggredito e dato alle fiamme, rainews.it, 29 Ottobre 2017.

Per l'immagine: www.we-news.com 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Log in to comment