Clienti aggrediscono cameriere in un ristorante trevigiano
Clienti aggrediscono cameriere in un ristorante trevigiano. 

Scene vissuta chissà quante volte e chissà da quante persone. Si va al ristorante e uno dei tavoli fa baccano, spesso per "colpa" dei bambini. C'è chi se la tiene e chi no. In un ristorante trevigiano, Rosa Peonia, dove su Twitter disinteressatamente spunta il commento "si mangia bene", non se la sono tenuta. Hanno chiesto al  cameriere di riportare la calma in un tavolo che stava facendo troppo rumore per via dei più piccoli e la situazione è degenerata. Accenni di rissa, graffi sul volto del cameriere che finisce in ospedale, intervento dei carabinieri, strascichi legali.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Una richiesta civile, finita malissimo.

Scene di una ordinaria serata al ristorante, una di quelle anche piuttosto affollate.

Un cameriere, dopo aver fatto proprie le lamentele di altri clienti agli altri tavoli, si avvicina ai commensali: "Scusate, alcuni clienti si lamentano perché i vostri bambini disturbano, potreste controllarli?".

In tutta risposta, la mamma si alza, va al banco, ordina un calice di vino e appena le viene servito, lo lancia addosso alla titolare.

E' il momento in cui alla Rosa Peonia, sulla strada regionale 348 Feltrina che collega Treviso a Feltre, la situazione sfugge di mano.

I titolari del locale volevano semplicemente preservare la tranquillità della serata e con i dovuti modi hanno provveduto a redarguire i bimbi un po’ troppo vivaci, ma sono stati poco fortunati perchè dall’altra parte hanno trovato un gruppo di nove persone (più due bambini), italiane, rumene e albanesi, che l'hanno presa malissimo. 

Prima insulti e minacce nei confronti dei ristoratori ("Vi bruciamo il locale"), poi il cameriere, figlio dei titolari, aggredito dai familiari dei bimbi che finisce al pronto soccorso con cinque giorni di prognosi.

Una vera e propria escalation che ha reso necessario, per riportare la calma, l'intervento dei carabinieri.

La famiglia chiassosa e aggressiva si era anche rifiutata di pagare il conto.

Ci saranno strascichi? Ora l’avvocato dei titolari promette di sporgere querela per lesioni, minacce e diffamazione, perchè i clienti una volta tornati a casa si sono messi a bombardare di cattive recensioni, su TripAdvisor e altri siti dedicati, la Rosa Peonia ("Molto scortesi con i bambini" recita una recensione), gesto che rischia di configurare il reato di diffamazione.

Michele Marcis, titolare del ristorante, ha dichiarato: "In vent’anni di attività non ci è mai capitata una cosa del genere. Sabato sera eravamo strapieni, i signori avevano prenotato per nove e si sono presentati in 11, con i due bambini, ma nonostante questo avevamo trovato un posto per loro. A quel punto però i piccoli hanno iniziato a disturbare".

Non solo: "Si sono scontrati con i camerieri e hanno infastidito qualche cliente, che ha protestato. Mio figlio, cameriere, ha chiesto di tenerli buoni, e a quel punto è scoppiato il finimondo. Prima hanno lanciato un bicchiere contro mia moglie. Poi si sono accaniti su di lui. Infine si sono rifiutati di pagare, finché non abbiamo chiamato i carabinieri".

Poi, il caos sul web.

La Rosa Peonia fa capire che la vicenda si chiuderà nelle aule di tribunale.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Bimbi rumorosi, scoppia la rissa in ristorante a Treviso, tribunatreviso,geolocal.it, 27 Novembre 2017.

Per l'immagine: www.we-news.com 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Log in to comment