Incredibile in provincia di Pavia: impossibile pagare Zero euro, ma se non paghi...
Incredibile in provincia di Pavia: impossibile pagare Zero euro, ma se non paghi... 

"Paga o togliamo la luce", quante volte persone indigenti si sono  viste recapitare questo ultimatum...E' una cosa seria, che mina l'anima, che umilia le persone in difficoltà economica e le mette spalle al muro. Ma quella che viene raccontata da Pieve Porto Morone, in provincia di Pavia, non è una cosa seria. Se una bolletta è da zero euro, come fare a pagarla? Soprattutto se il destinatario viene sostanzialmente minacciato: "O paghi o ti togliamo la luce". Sui social spagnoli la cosa fa notizia a sua volta: "Si no pagas la luz te la cortamos!". Sembra che anche pagando 1 euro e 50, l'ufficio postale non possa accettare il pagamento...

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Ridicolo...siamo alla pazzia...chi più ne ha più ne metta.

Pieve Porto Morone è un piccolo comune di poco più di 2mila 500 abitanti, in provincia di Pavia ma al confine con quella di Piacenza.

Al sindaco, Virginio Anselmi, al quale la società fornitrice del servizio ha recapitato l’avviso della costituzione in mora e il bollettino di pagamento per l'energia elettrica

La bolletta è da 0,00 euro e se non viene pagata lui, secondo la minaccia il primo cittadino rimarrà senza luce.

Attenzione il caso non riguarda il consumo di luce della casa comunale, ma dello stesso Anselmi in quanto privato cittadino

Le dichiarazioni del sindaco che ha ricevuto l'avviso di mora e che rischia di rimanere, per zero euro (!), senza energia elettrica: "All’inizio credevo di aver visto male. Poi ho guardato e riguardato. Era proprio così. Avviso di costituzione in mora, con la diffida a pagare tutto entro 25 giorni. Altrimenti subirò dapprima la riduzione dell’energia elettrica del 15%. E poi la sospensione della fornitura. Se non corro a pagare quegli 0 euro della bolletta".

Ad Anselmi non è rimasto che chiamare al numero gratuito (l’unico disponibile), dove ha risposto un call center che assicurava non c’erano ritardi né inadempienze.

A quel punto il primo cittadino nelle vesti di semplice cittadino ha chiesto cosa significasse la bolletta senza importo, ma non gli hanno saputo rispondere.

L’azienda fornitrice del servizio, intanto, ha ulteriormente precisato nella lettera che l’eventuale riattivazione a seguito della sospensione per morosità "dovrà essere inoltrata via fax con copia di attestazione di pagamento".

Queste preoccupazioni sono già un danno, ma la beffa doveva ancora venire.

Per scongiurare il rischio che venisse la luce senza alcun motivo ed evitare ulteriori fastidi, Anselmi è andato in posta per pagare, ben disposto naturalmente anche a sborsare 1,50 euro per l’operazione postale per saldare il suo debito inesistente.

Ma una volta giunto il suo turno, l’impiegato ha gentilmente spiegato al sindaco che non era possibile effettuare il versamento, proprio per l’inesistenza della cifra: non resta che mandare un fax con la segnalazione e, appena possibile, disdire il contratto; ma nel frattempo come la mettiamo con la luce di casa Anselmi?

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Bolletta da 0 €: «Paga o tagliamo la luce», laprovinciapavese.geolocal.it.

Per l'immagine: www.we-news.com 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Log in to comment