I funerali, toccanti, di Nunzia Maiorano e la lettera di suo figlio
I funerali, toccanti, di Nunzia Maiorano e la lettera di suo figlio. 

La lettera, letta da Giuseppe, il figlio maggiore di Nunzia Maiorano, la 41enne uccisa a coltellate dal marito, Salvatore Siani, è stata il momento più forte nel corso dei funerali celebrati nel convento di San Francesco. Parole toccanti che hanno commosso familiari, conoscenti, rappresentanti delle istituzioni e centinaia di persone che hanno affollato la chiesa fin dalle prime ore della mattinata in un clima di dolore e rabbia. Non ha retto il fratello Gianni, che all’inizio della Santa Messa è stato colto da malore e trasportato al vicino pronto soccorso.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Giuseppe ha voluto scrivere alla mamma, il cui corpo straziato da una belva chiamata marito, si trovava dentro la bara al centro della chiesa.

Le parole del figlio: "Mamma scusami per non averti detto spesso ti voglio bene. Mamma scusami per tutte le volte che ti ho fatto dispiacere. Mamma, per favore, perdonami per quanto non ti ho obbedito e grazie per tutto quello che hai fatto per me…"

Non solo: "Voglio farti una promessa: mi metterò nelle mani dei miei zii, che mi vogliono tanto bene, e farò in modo di vivere onorando la tua memoria, per darti tante soddisfazioni".

Si è fatto sentire anche il vescovo dell’Arcidiocesi di Cava Amalfi, Orazio Soricelli: "Dobbiamo stare vicini alla famiglia, ai tre giovani figli", alla presenza anche del parroco di Pregiato, Don Luigi Grimaldi.

Le altre parole: "Preghiamo anche per il marito che si è macchiato di questo atroce peccato. Anche se la sua mano accanita con tanta crudeltà e violenza nei confronti della moglie e di una donna, non ha comprensione".

Familiari, conoscenti, rappresentanti delle istituzioni e centinaia di persone hanno affollato la chiesa fin dalle prime ore della mattinata.

Ricordiamo che Nunzia è stata uccisa con quarantasette coltellate, una delle quali alle spalle.

E prima di farlo, il marito l’ha colpita al volto, rompendole il setto nasale e devastandole lo zigomo destro.

E’ la verità agghiacciante emersa dall’esame autoptico sul corpo di Nunzia Maiorano, assassinata in casa dal marito Salvatore Siani al culmine di un violento litigio.

In famiglia c'era una crisi coniugale, tanto che Nunzia dormiva con sua mamma, convivente della famiglia, e non con Salvatore.

L’omicidio sarebbe avvenuto sotto gli occhi della madre di Nunzia e dei figli, come ha ampiamente spiegato e raccontato Gianni Maiorano, il fratello della mamma massacrata: "Quando sono tornato a casa, il mio nipote più piccolo, di appena cinque anni, mi ha detto: Zio, mamma è morta, l’ha uccisa papà", ma il fratello di Nunzia ha poi anche aggiunto che l’uomo era un "libertino" e non ha mai pensato alla famiglia e ai figli.

Non solo i funerali per Nunzia, infatti è stata organizzata una fiaccolata, cui parteciperanno anche gli studenti delle scuole cittadine: il corteo attraverserà il centro e giungerà in piazza San Francesco, perchè sono ancora tanti, troppi, i casi di femminicidio in Campania.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Addio a Nunzia, la lettera del figlio: "Mamma, prometto che ce la farò", ilmattino.it, Simona Chiariello, 28 gennaio 2018

Per l'immagine: www.we-news.com 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Log in to comment