Papa Francesco:
Papa Francesco: "La chiesa si svincoli da potere e denaro". 

“Per andare bisogna essere leggeri. Per annunciare bisogna rinunciare. Solo una Chiesa che rinuncia al mondo annuncia bene il Signore. Solo una Chiesa svincolata da potere e denaro, libera da trionfalismi e clericalismi testimonia in modo credibile che Cristo libera l’uomo”. Lo ha detto il Papa tra gli applausi ai neocatecumenali che ha incontrato a Tor Vergata. L’iniziatore del cammino neocatecumenale ha presentato al Papa una per una le delegazioni dei diversi paesi presenti all’incontro per il 50esimo dell’arrivo del movimento cattolico a Roma. Particolarmente festosi gli argentini che hanno salutato con cori e applausi il Pontefice connazionale.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Papa Francesco al Cammino Neocatecumenale, ha dichiarato: "Chi, per amore di Gesù, impara a rinunciare alle cose che passano, abbraccia questo grande tesoro: la libertà. Non resta più imbrigliato nei propri attaccamenti, che sempre reclamano qualcosa di più ma non danno mai la pace".

"Bisogna sentire", ha aggiunto il Papa che "il cuore si dilata, senza inquietudini, disponibile per Dio e per i fratelli".

E' una vera e propria ammonizione, quella del Santo Padre.

Nel presentare le delegazioni al Papa, le parole di Kiko Arguello, pittore e catechista spagnolo, sono state: "Vedete come il cammino si è esteso in tutto il mondo e si sta aprendo al Medio Oriente".

Questa è la comunicazione di Francesco nella sua forma migliore: utile alle coscienze dei fedeli, ma severa nel mandare messaggi all'interno del mondo ecclesiastico.

E non è la prima volta che questi argomenti vedono il Papa pronto e fermo nell'analisi.

"Tantissimi uomini e donne di ogni età e latitudine sono già arruolati in un inerme ‘esercito del bene’, che non ha altre armi se non la passione per la giustizia, il rispetto della legalità e l’intelligenza della comunione".

Proprio questo è stato scritto da Papa Francesco nella prefazione al libro di Michele Zanzucchi "Potere e denaro. La giustizia sociale secondo Bergoglio” (edito da Cittànuova), in libreria dal 12 aprile scorso.

Non solo: "È troppo pensare di introdurre nel linguaggio dell’economia e della finanza, della cooperazione internazionale e del lavoro tale parola, comunione, declinandola come cura degli altri e della casa comune, solidarietà effettiva, collaborazione reale e cultura del dono?".

Nel primo sabato di maggio,  in ogni caso, Papa Francesco si è rivolto ai 150 mila che da tutto il mondo si sono radunati al Campus dell'Università di Tor Vergata per celebrare con il Pontefice il "Te Deum" di ringraziamento per i 50 anni del Cammino Neocatecumenale.

In 7 mila arrivavano dagli Stati Uniti, 300 anche dall'Iraq, duemila dalla Francia, accompagnati da sei vescovi, 150 da Malta. 

Gli italiani sono 60 mila, con 5 cardinali e una decina di vescovi: il Cammino neocatecumenale, fondato da Kiko Arguello in Spagna nelle baracche di Palomeras Altas, è a servizio dei vescovi e dei parroci come itinerario di riscoperta del battesimo e della formazione di fede permanente e viene proposto ai fedeli che desiderano ravvivare nella loro vita la ricchezza della formazione cristiana. 

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Papa: a Tor Vergata con 150 mila neocatecumenali, chiesa si liberi da potere e denaro, agi.it, 5 maggio 2018.

Per l'immagine: www.we-news.com 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Log in to comment