SILVIO BERLUSCONI, IL G8Si sa, il G-8 è ormai alla frutta, i Paesi che si riuniscono in questo formato, un tempo l'avanguardia della democrazia e della ricchezza mondiali, è adesso un po' ammaccato.

Le Nazioni che vi partecipano non riflettono più l'unico sistema economico possibile né la fetta più grossa del PIL prodotto nel mondo.

È, se vogliamo, un club esclusivo di nobili decaduti: un tempo importanti e determinanti, adesso scavalcato da altri formati più aderenti alla realtà economica del mondo.

I suoi incontri non sono più decisivi: non vengono presi impegni solenni; le sue decisioni non influenzano più i mercati di tutto il mondo; è, se vogliamo, una sorta di circolo ricreativo tra i Grandi in via di decadimento.

Si è affrontata anche la questione se mantenere questo vertice ormai inutile, e pare proprio che ce lo terremo, essendo previsto un incontro il prossimo anno a Nizza.

Così, avendo perso la sua centralità di appuntamento clou per i destini del mondo, ha acquistato in "allure" quello che ha perso in strategia geo-politica: non a caso il prossimo appuntamento si svolgera su quella Costa Azzurra che era il luogo di ritrovo della decadente nobiltà europea...

E così anziché sulle riforme promesse o i destini incrociati tra i continenti, la stampa punta il suo sguardo sulle persone. Ed è ovvio che, incentrato su questo argomento il vertice, l'Italia in un G-8, ha dimostrato ampiamente di saperci stare!

Per una giornata, infatti, al summit ha tenuto banco, non solo tra i giornalisti italiani, il mistero di una donna bionda apparsa improvvisamente nella delegazione del Cavaliere.

Chi è, chi non è, a che titolo è presente..., le curiosità si rincorrono: anche così si tengono i riflettori puntati su una realtà (quella italiana) che un giornale inglese tempo fa voleva cacciare dagli otto Grandi per sostituirla con la Spagna.

Poi si è visto che cosa ci fosse dietro alla crescita economica del Paese iberico, e neanche la Gran Bretagna ha cominciato a passarsela tanto bene, così queste rimostranze sono cadute nel dimenticatoio.

Ma la bionda non è passata inosservata ed è stato proprio Berlusconi a svelare chi fosse: ovvero una segretaria che lavora presso la giunta della Regione Lazio, che ha chiesto di fare un'esperienza internazionale, e visto che una delle segretarie del Presidente del Consiglio era indisposta, ecco che l'occasione è stata colta al volo!

Il Governatore del Lazio Polverini ha detto che Federica Gagliardi (questo il suo nome) si è presa le ferie per partecipare al vertice. Lei invece ha dichiarato di aver ricevuto il permesso dal presidente del Lazio.

Un'incongruenza. L'ennesima, quando si tratta delle donne che circondano il Presidente del Consiglio.

Ah..., un'altra "femme fatale"!

Written by Simone Muti...published by Manager_Alessandro Bechis

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.