GUERRA DEL GAS TRA RUSSIA E BIELORUSSIAGuerra tra Mosca e Minsk per l'aumento del prezzo del metano russo.

E così si arriva al temuto annuncio di sospensione del transito energetico verso l'Europa come risposta al taglio delle forniture di Gazprom del 30%.

Una storia che si ripete questa, come nell'inverno 2009, quando metà Europa venne lasciata al freddo per via di un analogo conflitto con l'Ucraina.

Tra i paese che potrebbero rimanere colpiti da tale decisione non compare però l'Italia.

In sostanza il conflitto tra Mosca e Bielorussia nasce da un aumento di 34 dollari (184 di questo secondo trimestre contro i 150 del 2010) per mille metri cubi, aumento però ignorato da Minsk, che ha continuato a pagare il prezzo del 2009.

A seguire la contestazione da parte di Gazprom di un debito della Bielorussia di 192 milioni di dollari a cui la stessa Bielorussia ha risposto reclamando un debito di 260 milioni di dollari e aumentando le tariffe di transito.

Nonostante sia stato poi chiesto da parte di Minsk la possibilità di saldare il debito entro due settimane, Mosca ha ridotto del 15% le forniture di gas, minacciando, dopo il taglio raddoppiato di oggi, di portarlo all'85%.

Written by Sofia Riccaboni...published by Manager_Alessandro Bechis

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.