Renzi a Cernobbio rivendica i risultati del suo governo

Di più
3 Anni 9 Mesi fa #933 da admingat
admingat ha creato la discussione Renzi a Cernobbio rivendica i risultati del suo governo

Perchè in Italia non c'è lavoro ed è alto il tasso di disoccupazione? L'analisi del Presidente di Confindustria SquinziMatteo Renzi, intervenendo in un convegno, il 5 settembre, a Cernobbio, sul lago di Como, rivendica i successi del suo governo. Lo fa, davanti ad una platea che lo ha approva, sostiene e riconosce quanto da lui fatto. Renzi, ha sottolineato in particolare, i progressi ottenuti riguardo all'occupazione, lo sprono dato all'economia con gli 80 euro in busta paga, l'impegno che sicuramente verrà portato a termine dal suo governo, circa l'eliminazione di IMU e TASI.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Leggi tutto...

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
3 Anni 9 Mesi fa #934 da systhemes
systhemes ha risposto alla discussione Renzi a Cernobbio rivendica i risultati del suo governo
Sulla questione della "morte" di TASI ed IMU si dovrebbero dire molte cose ma ne bastano poche. Allo stato attuale, eliminarle per i Comuni comporterebbe IN OGNI CASO la loro sostituzione con altri balzelli, perché diversamente si dovrebbe rimetter mano al cosiddetto Federalismo ed al Titolo V della Costituzione. Opportuno è anche ricordare che lo Stato, ed i Governo tutti a partire dal 2001 ed ancor più dal 2009, sono "fuori legge", giacché alla rimodulazione delle tassazioni localo doveva accompagnarsi una riduzione del carico tributario "centrale", cosa mai avvenuta.
Dunque si tratta di "lanci" elettorali e di intenzioni non applicabili alla realtà, almeno così come è ora.
Ringraziano per il messaggio: z_celeste100

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
3 Anni 8 Mesi fa #957 da z_celeste100
z_celeste100 ha risposto alla discussione Renzi a Cernobbio rivendica i risultati del suo governo
Oggi, 23 settembre 2015,
Squinzi, presidente di Confindustria, è tornato a battere il tasto del risparmio energetico, al fine del raggiungimento, di questi risultati:

-Puntare sul risparmio energetico delle nuove costruzioni, porterebbe ad un risparmio economico per le famiglie non indifferente: denaro che le stesse, potrebbero reinvestire nell'acquisto di altri prodotti, ed aiutare la ripresa dell'economia.

-Un altro argomento,
sul quale lo stesso presidente è tornato a ribattere, è che finalmente, l'eccesso di buracrazia, come del resto previsto dalla riforma della PA, antecedente l'estate 2015, venga abbattuto, in modo che i cantieri, per le varie costruzioni, possano essere aperti con più velocità, la quale permetterebbe il velocizzarsi anche delle assunzioni nell'edilizia.

Quello che spera inoltre,
di poter fare Renzi, è di ottenere dall'Europa, il permesso di sfondare il 3% del rapporto deficitario, che l'Italia, ha nel rapporto Pil/deficit economico, ossia tra il valore del nostro prodotto interno lordo finito ed il nostro deficit pubblico: il nostro deficit, impedisce di fatto l'aumento di valore dei nostri prodotti interni, che così non possono apportare i benefici economici che invece potrebbero.

Ricordiamo,
che la Francia, ha un buon 4% di sfondamento concesso dall'Unione, riguardo al rapporto deficit/Pil,
quindi, può essere che un 3% all'incirca, venga concesso anche al nostro paese.

Attendiamo gli sviluppi!




Un saluto
a tutti
Celeste100




:blink:

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.229 secondi
Powered by Forum Kunena