Manovra economica:le Regioni dicono NO a TremontiIn una conferenza stampa tenutasi ieri, le Regioni hanno ribadito con un secco "NO" al Governo, in materia di riforma degli Enti Locali.

 

Il Presidente della Conferenza, Vasco Errani, ha detto chiaramente che i governatori locali sono "pronti a restituire allo Stato le competenze del decreo di legge 112 Bassanini".

Le "competenze" di cui si parla, che ammonterebbero a oltre 3 miliardi di euro, comprendono:  il mercato del lavoro, la polizia amministrativa, il trasporto pubblico locale, gli incentivi alle aziende, la gestione di risorse come acqua ed energia, la salute, l'invalidità, le opere pubbliche, le politiche agricole e tanto altro ancora.

Errani ha inoltre affermato che prossimamente i rappresentanti delle Regioni chiederanno "un incontro al Premier Berlusconi, a Casini e Tremonti" per chiarire la propria posizione.

Tra i governatori locali più infervorati c'era Roberto Formigoni, Presidente della Lombardia.

Formigoni ha sottolineato l'impossibilità, per gli Enti Locali, di prendersi carico di tante competenze e, al tempo stesso, vedersi ridurre drasticamente i fondi dallo Stato.

E, proprio in tema dei tagli agli Enti Locali previsti dalla manovra di Tremonti e giudicati insostenibili, aggiunge: "Non è pensabile che il ministero pensi di individuare gli sprechi fuori di casa sua quando invece i dati dicono che l'aumento del debito in questi anni si deve soprattutto ai ministeri".

Stato Vs Regioni : vedremo chi riuscirà a spuntarla.

 

Written by Daniela Sigaudo     modificated by Manager_Igor Scarabel

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.