Tensione Usa- Corea, cosa accadrà?
Guerra Usa-Corea del Nord, cosa accadrà?

Cosa accadrà dopo il lancio missilistico fallito dalla Korea del Nord? Quali sono le intenzioni di Pyongyang? Quali strategie sta studiando Donald Trump? Che ruolo ha in tutto questo la Cina? Cosa sarebbe successo se il lancio fosse andato in porto? Sale ancora la tensione tra Usa e Cina dopo i festeggiamenti di Pyongyang culminati con il lancio missilistico fallito che doveva essere la dimostrazione concreta che la Korea del Nord non teme in alcuni modo la potenza militare degli Stati Uniti, In queste ore il vice presidente degli Usa, Mike Pence i trova in Asia per rinsaldare l'alleanza con la Korea del Sud e la Cina e trovare soluzioni contro Kim Jong un che adesso non si limita più a provocare gli Usa, ma sta andando ben oltre. Dove porterà questa tensione? Riusciranno a risolverla in maniera pacifica o sarà guerra? La tensione è sempre alle stelle e, al momento, non si capisce bene qual è l'intenzione di Trump che in queste ore ha parlato ben poco, ma cosa sta tramando?

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Se in questi giorni una delle parole più ricercata nei motori di ricerca è terza guerra mondiale un motivo ci sarà.

Il mondo intero è preoccupato per quanto sta accadendo tra gli Usa e la Corea del Nord e su quanto sia probabile una Guerra tra loro, in tutto questo si inserisce poi la Russia che lancia frecciate a Trump e gli alleati che ufficialmente si dicono fedeli al neo presidente Usa, ma non potrebbero fare altro.

Il fatto è che mai come in questi giorni, eccezion fatta per i periodi caldi che sono culminati con lo scoppio delle grandi guerre, si è registrata una così alta tensione internazionale.

La sensazione negativa è che tutti siano in attesa di una scintilla per far scoppiare la catastrofe e ancor più preoccupante è il fatto che almeno tre delle potenze militari coinvolte sono in possesso della bomba atomica.

Il lancio della super bomba osato dagli Stati Uniti è stata una vera e propria dimostrazione di muscoli al mondo intero, ma in particolare alla Corea del Nord, un monito che, ovviamente, Kim Jong un non ha recepito.

Prova ne è il fatto che pochi giorni dopo, la Corea del Nord, in occasione dei festeggiamenti per il nonno di Kim Jong Un, ha predisposto un test missilistico poi fallito.

Il missile, lanciato dalla base militare di Simpo, è esploso subito dopo il decollo e già molti parlano di un possibile sabotaggio Usa.

Quello di sabato scorso sarebbe stato il sesto test missilistico posto in essere dalla Corea e, molto probabilmente, se fosse andato in porto, sarebbe quello che avrebbe fatto traboccare il vaso.

Più volte i vertici Usa hanno dichiarato che non tollereranno più altri test missilistici della Corea perchè questo potrebbe portare ad un rischio di Terza Guerra Mondiale.

Il test missilistico fallito della Corea del Nord, è avvenuto proprio quando il vice presidente Usa, Mike Pence era in viaggio verso Seul per l'inizio del suo tour che lo terrà in Asia per circa 10 giorni, per rinsaldare i rapporti o trovare nuove alleanze?

Al momento Pence ha dichiarato che gli usa stanno facendo il possibile per evitare lo scontro, ma ha dichiarato anche che l'era della pazienza strategica è finito e che si farà di tutto per proteggere la Corea del Sud dai tentativi di sottomissione perpetrati da Kim Jong un.

Per Donald Trump lo scontro potrà essere evitato se la Cina userà tutte le sue leve per evitare che la Corea del Nord perseveri con il suo programma missilistico nucleare.

Visto i corsi e ricorsi storici questo appare come un auspicio poco probabile, ma come si dice in questi casi la speranza è sempre l'ultima a morire.

In queste ore gli Stati Uniti, insieme alla Cina e agli altri alleati, stanno valutando una serie di opzioni per rispondere alle provocazioni di Pyongyang.

Quel che è certo, fanno sapere dall'estabilishment Usa, è che Donald Trump non tollererà più altre provocazioni da parte di Kim Jong un.

Un'altra mossa azzardato potrebbe essere quella decisiva, ma in fondo la Corea del Nord sembra non aspettare altro, tanto da sfidare continuamente gli Stati Uniti ribadendo a più riprese che anche loro sono in possesso di armi atomiche.

In tutto questo un ruolo fondamentale sta giocando la Russia che  non manca di lanciare frecciate ai rivali storici.

''Se gli Stati Uniti hanno la madre di tutte le bombe, tuonano da Mosca, noi abbiamo il padre''. Si tratterebbe di una bomba molto più potente dei missili Tomahawk sganciati nell'attacco aereo contro la Siria della la settimana scorsa. Infatti, questa avrebbe un carico di ben 44 tonnellate, 33 in più rispetto alla super bomba lanciata dagli Stati Uniti.

Insomma, il quadrò internazionale si fa sempre più complesso, nessuna delle forze in causa vuole fare un passo indietro e la tensione è davvero alle stelle.

Dove porterà tutto questo? 

È ancora evitabile un possibile scoppio di una guerra dalle conseguenze ignote?

A che cosa porterà l'inizio di uno scontro militare tra Usa e Corea del Nord?

Nelle prossime or Mike Pence continuerà il suo viaggio in Asia e da lui si attendono risposte per capire cosa potrà accadere nei prossimi giorni.

Intanto la tensione è sempre alle stelle, il mondo guarda con apprensione a quanto accade e si attendono anche dichiarazioni ufficiali da parte del presidente Donald Trump le cui mosse, come si sa sono imprevedibili.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Corea del Nord, Pence: finita era pazienza strategica, Ansa, 17/04/2017.

Per l'immagine: Corriere.it.

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Carmelo Riccotti La Rocca, il Capo Redattore (leggi la sua biografia).

Partito con 15 in più

Log in to comment