Trump attacca sulla politica estera ma viene attaccato sulla politica interna
Trump attacca sulla politica estera ma viene attaccato sulla politica interna. 

Trump pronto ad attaccare la Siria nei cieli e non solo? Le minacce contro la Corea del Nord da parte dell'amministrazione USA sono un po' di muscoli, un po' di propaganda o l'avvertimento che qualcosa potrebbe accadere nelle acque coreane? E il bando ai musulmani voluto dal capo della Casa Bianca è una sua reale vittoria o un contentino con il fiato corto? Cosa possono fare i 250 sindaci ribelli, finanziati dall'ex sindaco di New York, Michael Bloomberg per fare qualcosa di alternativo e di autonomo rispetto alle politiche del nuovo Presidente?

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Gli USA hanno individuato nuovi preparativi del governo siriano di Assad per bombardamenti contro l'opposizione nel Paese.

Se davvero sarà così, con tanto di armi chimiche, la Casa Bianca ha subito fatto sapere che se dovesse accadere qualcosa di simile a quanto visto il 4 Aprile, la Siria pagherà un prezzo pesante.

tutte queste conoscenze degli apparati USA arrivano dai movimenti e dal lavoro della propria Intelligence.

In ogni caso Damasco, capitale siriana, non è l’unico bersaglio delle forze armate americane.

Proprio Donald Trump ha invitato il suo esecutivo, il Paese e l'ONU ad occuparsi rapidamente della questione nordcoreana, arrivata a minacciare attacchi missilistici sulla Corea del Sud, sul Giappone e sugli stessi Stati Uniti.

"Bisogna occuparsene il prima possibile", ha detto il presidente Trump, scosso anche dalla morte di Otto Warmbier, il ragazzo americano rilasciato pieno di botte e in coma dal governo di Pyongyang dopo aver confessato in lacrime di aver rubato uno striscione di propaganda.

Ricordiamo che la minaccia è reale, proprio perchè Washington dispone 28.000 soldati in Corea del Sud e ha una intera flotta dislocata nella regione.

Sul fronte interno, invece, lo stesso Trump ha definito una chiara vittoria il fatto che per 90 giorni non potranno più entrare negli USA i cittadini di 6 Paesi musulmani messi all'indice, ma il bando vale solo per chi non abbia legami con una persona americana o con famiglie americane.

Si tratta di una semi vittoria a tempo, infatti i giudici decideranno ad Ottobre se la sua decisione sarà incostituzionale.

Non solo: sono già saliti a 250 i sindaci che promettono di affrontare la questione immigrazione e anche i cambiamenti climatici, in maniera autonoma dalla Casa Bianca.

Michael Bloomberg metterà a disposizione 200 milioni di dollari per finanziare tutti i comuni "dissidenti" che aderiranno a questa politica.

Questo fronte compatto si batterà anche contro la nuova versione della riforma sanitaria repubblicana presentata al Senato Usa che lascerà 22 milioni di persone negli Stati Uniti senza assicurazione sanitaria entro il 2026, secondo la stima dell'ufficio budget del Congresso (Cbo), organo bipartisan che ha aggiornato la versione precedente approvata dalla Camera che lasciava senza copertura un milione di persone in più (23 milioni).

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Tutti i fronti aperti di Trump, Tg5.it, 27 Giugno 2017.

Per l'immagine: www.we-news.com 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Log in to comment