La grande soddisfazione politica di George Weah, nuovo presidente eletto della Liberia
La grande soddisfazione politica di George Weah, nuovo presidente eletto della Liberia. 

La storia infinita si è conclusa, con l'elezione di Weah al vertice della Liberia. Senza sorprese e senza colpi di mano. Era da ottobre che, di fatto, George Weah attendeva la proclamazione a presidente del suo Paese. Ma, dal primo turno di inizio ottobre al ballottaggio di fine dicembre, ha saputo convivere con pazienza con le lungaggini burocratiche e politiche di quel vero e proprio test per la democrazia che sono state le prime elezioni libere in Liberia da 70 anni a questa parte. Da tutto il mondo grandi congratulazioni per lui, per Weah, vissuto sì' come grande calciatore ma anche come persona di grande umanità.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

L'ex giocatore del Milan nonché calciatore africano del secolo, George Weah è il nuovo presidente della Liberia, con il 61,5% dei consensi.

Big George, come veniva chiamato al Paris Saint Germain e al Milan, ha sconfitto il rivale Joseph Boakai, vicepresidente uscente, che ha ricevuto il 38,5% delle preferenze.

Una vittoria netta, in quella che viene definita la prima transizione democratica del piccolo paese anglofono dell'Africa occidentale, ed è così che Weah succede a Ellen Johnson Sirleaf, la prima donna presidente africana.

Cresciuto in povertà, devoto alla figura della sua amatissima nonna scomparsa lungo il cammino della sua vita, Weah era stato presentato in maniera sbagliata nel maggio 1995 quando si iniziò a parlare del suo trasferimento al Milan.

Un giocatore eccentrico, curioso, fuori dalle regole, che prende l'aereo per andare a trovare la moglie a New York: queste erano le cose che trapelavano su di lui all'epoca.

E Fabio Capello, poi, che al primo allenamento a Milanello lo vide camminare e si chiese: "Ma chi mi hanno preso, un cameriere?".

E invece siamo di fronte a quello che è stato un grande calciatore e a quello che è, oggi, un politico della strada, del popolo, amato dalla gente: si è anche commosso al momento della proclamazione.

Dopo una lunga attesa, durata quasi tre giorni, l'ufficializzazione è stata resa nota dalla National Elections Commission (Nec) con sede nella capitale Monrovia.

Stando ai dati ufficiali, circa 2,1 milioni di liberiani erano attesi alle urne in 5.390 seggi, ma a conti fatti hanno votato poco meno di 1,2 milioni di cittadini: una partecipazione inferiore rispetto al primo turno dello scorso 10 ottobre, giorno in cui sono stati eletti anche i deputati.

La presidente uscente Sirleaf, 79 anni, era entrata in carica nel 2006 dopo la cacciata (avvenuta nel 2003) di Charles Taylor, uno dei 'signori della guerra' poi condannato a 50 anni di reclusione in Gran Bretagna per crimini di guerra e contro l'umanità perpetrati in Sierra Leone.

Il paese è stato devastato da due guerre civili nell'arco di 14 anni: con 250mila morti, migliaia di feriti e mutilati, la Liberia resta uno degli stati più poveri al mondo nonostante il suo sottosuolo sia ricco di diamanti.

George Weah, caro presidente, adesso tocca a te...

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: George Weah è il nuovo presidente della Liberia. L'ex del Milan ringrazia e si commuove, rainews.it, 29 Dicembre 2017.

Per l'immagine: www.we-news.com 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Log in to comment