RENZI E LA SCUOLA: Renzi continua a sostenere che il DDL sulla buona scuola da lui pubblicizzato a gran voce, è qualcosa di epocale, un decreto che per la prima volta dopo decenni porta soldi nelle scuole anziché i soliti tagli, ma nonostante questo viene ostacolato da ogni parte. Prima i docenti delle scuole che si murano dietro uno sciopero che è stato giudicato pericoloso e incomprensibile, e in seguito i molti emendamenti presentati contro il decreto che lo fanno restare immobile sui tavoli dei ministri, sena riuscire a essere approvato. Renzi non comprende come sia possibile che adesso si ostacoli un decreto che porta i soldi dove fino a ieri si toglieva linfa vitale.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Il decreto sulla scuola prevede infatti oltre all'assunzione in via definitiva di 100 mila professori, anche soldi per la formazione e finalmente il merito nella valutazione.

Quindi adesso si è deciso di investire nella scuola, che per Renzi è una misura importante, e una decisione necessaria (la scuola è troppo importante per il futuro dei giovani, che saranno la forza trainante del nostro paese in un domani difficile e sconosciuto).

Senza nascondersi e soprattutto senza giri di parole il premier dice che "O il decreto è veramente una sciagura, come dice il gruppo di persone che protesta contro di esso, oppure può essere migliorato, ma da comunque una continuità educativa ai ragazzi, quindi modifichiamo e ritocchiamo, ma poi si vota, o altrimenti addio investimenti nella scuola.

Insomma per molti è una presa di posizione esagerata, una nuova prova di forza di un premier che fa della sua posizione autorevole la sua forza principale, come quando mette le scelte da fare di fronte alla fiducia del governo, o voti o il governo crolla, insomma un pò come dire ti prendo per il collo, in modo da essere certo che approvi la mia scelta.

Comunque il decreto scuola continua a far discutere, come i metodi e la dialettica del nostro premier Matteo Renzi.

Renzi continua dicendo che seppur la gente definisca la sua presa di posizione un vile ricatto, lui risponde che non si possono fare assunzioni senza modificare l'ordinamento della scuola, e senza fare modifiche strutturali del mondo scolastico. 

Più professori significa più autonomia, ma anche una obbligata diversificazione della struttura organizzativa.

Nella normalità dei casi nelle scuole vengono assunti ogni anno 20 mila professori, lui conta di farne 100 mila in un solo anno, ma assumerli non basta, il sistema imploderebbe senza modifiche sostanziali, e anche coloro che criticano o protestano lo sanno bene, quindi il Premier non capisce come mai questa ostilità ad una riforma che ha solo lati positivi.

Da considerare che il decreto ha già avuto l'approvazione della camera, e ora attende il bis del senato, "Se questo avverrà come mi auguro" continua a dire Renzi, "La scuola beneficerà di molte più risorse, sia di numeri che di soldi e questo non può che fare a bene a tutto il sistema.

Renzi inoltre aggiunge che loro sono disponibili a qualsiasi idea e confronto, pronti a ritoccare e rivedere dove possibile il decreto, ma i tempi stringono, e la scuola ha bisogno presto di modifiche strutturali, e bisogna muoversi a votare oppure non ci saranno più i finanziamenti promessi.

Vediamo adesso come finirà la diatriba tra i favorevoli e i contrari, e se la presa di posizione di Matteo Renzi sul decreto della buona scuola porterà ad avere consenso dalla sua e arriverà la conferma dal senato. 

Intanto il disagio e la tensione sono sempre alti, e mentre nelle scuole di tutta italia si stanno effettuando gli esami, si temono ancora scioperi, e soprattutto si teme per la prova invalsi.....

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Log in to comment