Berlusconi dichiara: Silvio Berusconi ci tiene a precisare alcuni punti sulla crisi greca, ovvero che perdere la Grecia sarebbe un danno non solo economico per l'Europa, ma un danno anche alla sua immagine, perché mostra l'appartenenza all'identità europea non più definitiva ma decisamente reversibile. Questo fatto crea un precedente pericoloso che potrebbe portare altri paesi nostalgici della vecchia moneta a fare lo stesso passo in direzione dell'uscita da quello che molti definiscono il "giogo europeo".

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Berlusconi dice ai microfoni che lo hanno raggiunto sostanzialmente alcune cose riguardo alla possibile uscita dell'Italia dall'euro e il ritorno alla LIRA, la nostra vecchia moneta, ovvero che questo sarà inevitabile se l'Europa non cambierà la sua politica di austerità che ha messo in ginocchio paesi come l'Italia.

Aggiunge poi che l'Euro era sicuramente un'idea nata con lo spirito giusto ma che è stata gestita in modo del tutto sbagliato, portando i costi a lievitare fono al raddoppio del loro valore mentre gli stipendi sono rimasti tali e quali a prima, portando al vero impoverimento di molte famiglie del nostro paese ma non solo.

La situazione drammatica della Grecia è il riflesso di un Euro gestito senza alcun controllo e che ha portato al disastro molti paesi, la Grecia è l'"Ammiraglia" di una flotta in disarmo, l'esempio terribile degli effetti di un'economia europea in crollo e di una gestione dell'Euro tardiva e sbagliata.

Purtroppo il problema sta investendo molti paesi, e la ricerca di politiche di austerità hanno favorito l'impoverimento anziché la ripresa dell'economia e degli acquisti che sono sempre più in calo e senza alcuna possibilità attuale di ripresa, insomma non c'è alcuna luce all'orizzonte e il buio è sempre più fitto e oscuro.

Berlusconi poi affronta il discorso sul futuro leader della coalizione di centrodestra, dicendo che non sarà stabilito a tavolino o su prese di posizione, ma dovrà essere una persona meritevole e che sappia dimostrare con i fatti di essere una persona capace di ottenere voti e creare consenso tra le varie parti dell'Italia.

Insomma deve essere una persona capace di creare aggregazione, e non uno che disgreghi le masse, riferimento velato a chi in alcune parti d'Italia non riceve consenso ma uova marce e pomodori in faccia, ottenendo così pochi consensi in una grande fetta della popolazione italiana.

Vede in questa persona le caratteristiche di un moderato, di una persona di centro, un liberale capace di una politica moderata e liberale capace di combattere e vincere la sinistra italiana, una persona che dimostri capacità politiche e dia fiducia ai cittadini, che devono riscoprire il voto perennemente in calo ad ogni elezione.

Conclude dicendo che all'interno dei partiti non si riceve l'investitura per eredità, perché nella democrazia si ottiene la guida di un partito attraverso i consensi e i voti che si portano a casa, essendo a tutti gli effetti il meritevole uomo per la guida di un grande partito, aggiungendo inoltre che l'eredità della poltrona è tipica solo delle monarchie, e non in una Repubblica come l'Italia.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Log in to comment


Avatar di z_celeste100
z_celeste100 ha risposto alla discussione #1109 3 Anni 7 Mesi fa
Argomento quanto mai attuale, vista la necessità secondo alcuni stati europei, di sospendere in questi giorni di fine gennaio 2016, il -Trattato di Schengen-

Secondo diversi stati aderenti all'UE, come Grecia e Danimarca, tale sospensione sarebbe necessaria, ai fini della risoluzione dei problemi legati all'immigrazione ed al terrorismo!

Ma secondo il parere di diversi economisti, tra cui anche il nostro ministro dell'Economia, Padoan, sospendere il Trattato, vorrebbe dire, compromettere la stabilità dell'eurozona e quindi mettere in serio pericolo l'economia europea!




Celeste100