Allarme dell'OMS per la diffusione del virus zikaÈ allerta per l'OMS: in aumento la diffusione del virus zika,trasmesso da una zanzara. Ha i sintomi simili a quelli di una influenza e non esiste ancora un vaccino per prevenirne il contagio. Ma dobbiamo veramente preoccuparci? Quali possono essere le conseguenze se il virus si diffonde? È possibile circoscriverlo? Come si trasmette: solo con la zanzara oppure anche tra uomo e uomo?

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

C'è preoccupazione per la diffusione del virus zika tant'è vero che l'Organizzazione Mondiale della Sanità si riunirà lunedì 1˚febbraio a Ginevra per analizzare l'emergenza. Il virus zika è trasmesso dalla zanzara aedes aegypti (zanzara della febbre gialla) ma anche dalla zanzara tigre.  

I sintomi e le conseguenze per adulti e ragazzi pare non siano gravi,essi compaiono dopo 3-12 giorni dalla puntura dell'insetto con febbricola,dolori articolari, eruzioni cutanee e congiuntivite. Sono cioè sintomi molto simili a quelli di una normale influenza e scompaiono dopo 2-7giorni.

Ma perché desta allora preoccupazione tanto da allertare l'OMS? Pare che vi sia una stretta correlazione tra chi è stato punto e ha contratto il virus in gravidanza e una serie di nascite di bambini in Brasile con microcefalia,cioè una condizione neurologica in cui la testa di un bambino è inferiore rispetto alla norma in bambini della stessa età.

Una microcefalia può essere più o meno grave e può comportare ritardi nello sviluppo legati al linguaggio e al movimento,difficoltà nella coordinazione e nell'equilibrio,nanismo,distorsioni del viso,ritardo mentale e convulsioni.

Gli Stati Uniti hanno invitato le donne in gravidanza a rinunciare per il momento ai viaggi nei paesi a rischio.

Ma quali sono questi paesi a rischio e come si trasmette il virus oltre alla puntura della zanzara?

Il virus fu individuato nel 1947 in Uganda nella foresta Zika,ma è dall'anno scorso che ha iniziato a destare allarme. Sono circa 21 i paesi dell'America Latina interessati dall'epidemia ma è il Brasile il più colpito.

Secondo la direttrice dell'OMS Margaret Chan il virus"Si sta diffondendo in maniera esplosiva". In Colombia addirittura è stato consigliato alle donne di evitare gravidanze per i prossimi due anni.

Per il momento non esistono vaccini e l'altro dubbio ancora da risolvere è se sia e come trasmissibile da uomo a uomo:infatti non si escludono contagi attraverso le trasfusioni o per via sessuale.

Oltre ad una anomala diffusione della microcefalia in Brasile si è notata però anche una correlazione con l'aumento di casi di una malattia autoimmune:la sindrome di Guillaume-Barrè che colpisce il sistema nervoso centrale con paralisi progressiva degli arti e dei muscoli respiratori.

Il veicolo di trasmissione del virus è dunque la zanzara aedes aegypti che lo preleva dal sangue di un individuo e poi lo trasmette ad un altro.

Le zanzare proliferano nelle acque stagnanti di zone a clima tropicale e subtropicale come quello del Brasile e nelle zone fatiscenti umide e poco pulite. Le femmine depongono fino a mille uova alla volta.

Questo famigerato insetto è caratterizzato da piccole macchie sulle zampe.

Come si fa allora a fermare l'epidemia? Bisogna isolare i focolai e procedere con la disinfestazione uccidendo gli insetti.

In Brasile questa estate ci saranno anche le Olimpiadi:come si organizzerà il paese per questo evento? 

Il Brasile intende intensificare le ispezioni a partire dai quattro mesi antecedenti l'inizio dei giochi olimpici per bonificare i terreni dalle larve di zanzara,aumenteranno i controlli e saranno ripulite strade e zone a rischio tutti i giorni,ma sarà sufficiente a circoscrivere in quell'occasione la possibilità ulteriore di aumentare i contagi?

L'allarme lanciato dall'OMS non tranquillizza molto sul possibile numero dei contagiati,speriamo che la realtà poi si riveli meno grave.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Log in to comment


Avatar di z_celeste100
z_celeste100 ha risposto alla discussione #1098 3 Anni 4 Mesi fa
L'organizzazione Mondiale della Sanità, ha comunicato che gli infettati negli Stati Uniti d'America, potrebbero salire a due-tre milioni.

Viene assolutamente escluso il contagio con un semplice contatto da persona a persona, può avvenire solo con la puntura della zanzara e forse per via sessuale o con contatti di sangue!

I microbiologi, sottolineano come sia indispensabile una veloce diagnosi dell'infezione, in quanto se un soggetto rientra in Italia ed è stato punto dalla zanzara Zika, se venisse punto da un'altra qualsiasi zanzara, questa diventerebbe una possibile trasmettitrice del virus ad un altro soggetto!

Intanto il Brasile, avrebbe addirittura mobilitato l'esercito, mettendo a disposizione 200mila soldati, che entrando casa per casa, dovranno rinvenire l'eventuale presenza dell'insetto.





Celeste100
Avatar di piras
piras ha risposto alla discussione #1156 3 Anni 4 Mesi fa
Il virus zika trasmesso dalla zanzara Aedes egypti, presumibilmente causa di micorcefalia nei neonati, sta creando non pochi problemi nell'organizzazione dei Giochi Olimpici Rio 2016.
Gli impiandi olimpici di Rio de Janeiro dovranno essere controllati quotidianamente durante le Olimpiadi per prevenire la diffusione di questo virus così pericoloso per le donne in stato di gravidanza.
Il comitato organizzativo di Rio 2016 ha, però, sottolineato che i giochi si disputeranno dal 5 al 21 agosto prossimo, durante la stagione invernale nell'emisfero meridionale, ovvero la stagione secca in Brasile, nella quale la popolazione delle zanzare è decisamente meno numerosa.
In ogni caso, squadre ispezioneranno quotidianamente i luoghi dei giochi olimpici in cerca di eventuali depositi di acqua stagnante, dove l'insetto, responsabile anche del dengue e della febbre gialla, prolifera.
L'epidemia del zika è un grave problema che colpisce lo sviluppo delle Olipmpiadi in questo paese sudamericano che sta attraversando la peggiore recessione economica degli ultimi 80 anni.
Avatar di z_celeste100
z_celeste100 ha risposto alla discussione #1157 3 Anni 4 Mesi fa
Intanto i microbiologi avrebbero confermato la possibilità di contagio anche tramite rapporti sessuali e tramite trasfusioni di sangue.

Un uomo, negli Stati Uniti, avrebbe contratto il virus, dopo aver avuto un rapporto sessuale con una persona infetta, che era stata in Venezuela.

Un uomo, in Brasile, ha contratto il virus, tramite trasfusione: l'uomo avrebbe effettuato la trasfusione nel marzo 2015, e i test genetici, hanno confermato il contagio per via trasfusionale.

Un altro uomo, sempre in Brasile, avrebbe contratto Zika, sempre per via trasfusionale.





Celeste100
Avatar di piras
piras ha risposto alla discussione #1165 3 Anni 4 Mesi fa
Alicia Ely Yamin, direttrice del Centro della Salute e dei Diritti Umani dell'Università di Harvard e assessore dell'Onu, sostiene che senza dubbio cercare di tenere sotto controllo la zanzara trasmittrice del zika è il primo passo nella lotta al virus, ma non è sufficiente.
Così come è successo per l'ebola, per la SARS, "sono le violazioni dei diritti fondamentali che fomentano queste malattie dimenticate o queste tragiche epidemie", ha dichiarato.
Secondo la sua opinione è fondamentale permettere alle donne in gravidanza e a quelle a cui viene diagnosticata la microcefalia dei loro bebè l'accesso ad un aborto sicuro, se lo desiderano.
Così come anche garantire, nella pratica e non solo sulla carta, la possibilità di utilizzare gli anticoncezionali.
"Questo sarebbe un buon punto di partenza", ha dichiarato.
Avatar di roberto58
roberto58 ha risposto alla discussione #1174 3 Anni 4 Mesi fa
Sicuramente in una società in cui i viaggi intercontinrntali sono all'ordine del giorno i contagi sono una preoccupazione che coinvolge tutti.
Avatar di Antonietta Zazzara
Antonietta Zazzara ha risposto alla discussione #1383 2 Anni 10 Mesi fa
C'è molta preoccupazione per la diffusione del virus zika durante le Olimpiadi che si stanno svolgendo in Brasile.
La società italiana di malattie tropicali e infettive indica alcuni metodi di prevenzione a chi intende viaggiare e andare ad assistere ai giochi olimpici.
Si consiglia di: utilizzare gli insetticidi, sottoporsi a vaccinazioni anti-influenzali, indossare abiti di colore bianco che coprono quasi tutto il corpo, non recarsi nelle zone periferiche del Brasile, dove il rischio di contagio è più alto, evitare di avere rapporti sessuali occasionali non protetti durante il viaggio e in loco, non donare il sangue per ben 4 settimane dopo il ritorno dal Brasile.