Vaccini obbligatori in aumento: scuola dell'obbligo, è la strada giusta?
Vaccini obbligatori: un nuovo testo di legge. 

La scuola dell'obbligo e i vaccini obbligatori. Una storia che è sempre stata di pari passo. Oggi, però, con l'utilità dei vaccini messa, politicamente e mediaticamente in discussione, è arrivato il momento di tirare le fila a livello legislativo. Ecco perchè sta per scendere in campo un nuovo testo di legge a cura del Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

L'annuncio è ufficiale e arriva direttamente dal Ministro della Salute: sempre più vaccini obbligatori nella scuola dell'obbligo.

Si tratta di un nuovo testo di legge già sul tavolo del premier Gentiloni e che verrà discusso in Consiglio dei Ministri, in particolare nella riunione di domani.

Dopo che di vaccini si sono occupati i partiti politici e dopo che sui vaccini il grido di dolore dei virologi è stato fatto proprio anche dal New York Times, scenda in campo direttamente il Governo.

I medici (nella foto l'Istituto Superiore di Sanità) sono tutti a favore dell'importanza sociale e di prevenzione dei vaccini, mentre i virologi in particolare hanno spesso sottolineato l'assenza di basi scientifiche nella correlazione fra i vaccini e alcune patologie.

Lo stesso autorevole quotidiano statunitense aveva attaccato le accuse scriteriate e indiscriminate nei confronti dei vaccini, provenienti da alcune forze politiche, in particolare il Movimento Cinque Stelle.

Il dispositivo concepito per ampliare il numero delle vaccinazioni obbligatorie previste dal Ministero della Salute, non sarà approvato nella giornata di domani soprattutto per un motivo: trattandosi di scuola dell'obbligo, dovrà essere studiata una azione operativa, politica e collegiale di tutto l'esecutivo che coinvolga anche il Ministero dell'Istruzione.

Al di là della valenza politica del provvedimento che sta nascendo dentro il Governo, ai genitori italiani interessano le notizie concrete.

Bene: ogni anno il Ministero della Salute rende nota una serie di vaccinazioni obbligatorie, accompagnandola ad una lista di vaccinazioni raccomandate.

In base al testo concepito da Beatrice Lorenzin, le necessità della salute degli italiani rendono maturi i tempi per un innalzamento del numero di vaccinazioni obbligatorie.

Il fatto che il provvedimento sia stato inviato in forma preventiva al presidente del Consiglio, non è un dettaglio e nemmeno un particolare ininfluente.

Come sempre in questi casi, c'è una ragione ben precisa e va ricercata nella condivisione non immediata del Ministero dell'Istruzione guidato da Valeria Fedeli che alla vigilia di questa discussione in Consiglio dei Ministri è stata in Molise per parlare delle 51.000 nuove assunzioni varate dal suo dicastero.

La Fedeli e i tecnici dell'Istruzione hanno la sensazione che un innalzamento, che venga percepito come estremo o indiscriminato, dei livelli della vaccinazione obbligatoria possa contaminare in qualche modo il diritto dell'accesso alla scuola.

Dal canto suo, la Lorenzin ritiene che sia il momento di affrontare questo dibattito, a maggior ragione dopo la delegittimazione dei vaccini che è stata portata avanti negli ultimi mesi a livello politico e mediatico.

L'indirizzo su questo tema del Ministero della Salute ha tutta l'aria di essere un richiamo sull'importanza dei vaccini, vedremo se il governo Gentiloni trasformerà questa proposta in un disegno di legge che coinvolga tutto l'esecutivo.

Vaccini all'ordine del giorno dunque, senza dimenticare altri problemi fra cui quelli che coinvolgono gli smartphone e gravi patologie tumorali.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Lorenzin, pronto il testo sull'obbligo dei vaccini a scuola, Ansa.it, 11 Maggio 2017.

Per l'immagine: www.we-news.com 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Entra per commentare