Banca Etruria scandalo: derby De Bortoli-Boschi, ma Ghizzoni che fa e che dice?
Banca Etruria fra silenzi e rivelazioni. 

Secondo Ferruccio De Bortoli, la potente numero 2 del governo Renzi, proprio MEB, proprio Maria Elena Boschi, avrebbe voluto evitare l'estrema unzione a Banca Etruria e avrebbe chiesto nientemeno che l'intervento.aiuto di Unicredit sfruttando la propria posizione governativa dominante. La Boschi minaccia querela. De Bortoli l'aspetta. E l'ad di Unicredit? E Federico Ghizzoni? Dice, parla, dichiara? No, se ne esce serafico sostenendo che devono sbrigarsela i politici...

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Se fosse vero e dimostrato sarebbe grave, come ben sa Matteo Renzi che ha appena dichiarato di "volere la verità": ha anche aggiunto che non è vero, ma in questi casi è meglio stare in campana e formare una commissione d'inchiesta. 

Sempre Renzi, ha dichiarato che il problema è di De Bortoli che ha una ossessione per lui e che colpisce chiunque gli stia attorno per colpire lui, ma il problema sembra un po' più complesso.

Per il segretario Pd dunque un problema nuovo, ben diverso da quello delle pulizia delle strade di Roma.

Tutto nasce dal nuovo libro di Ferruccio De Bortoli, che sempre secondo Renzi ha goduto di una "grande campagna di marketing".

Il due volte ex direttore del Corriere della Sera ha scritto che Maria Elena Boschi, nella sua funzione di Ministro per le riforme costituzionali e i rapporti con il Parlamento, avrebbe contattato i vertici di Unicredit per trovare una soluzione al problema di Banca Etruria, di cui suo papà Pier Luigi era vicepresidente.

De Bortoli per la verità non fa la verginella e nemmeno il censore, tanto è vero che dichiara: "E' normale che un Governo si preoccupi di una banca in crisi, ma un conto è occuparse, diverso sarebbe se ci fossero state delle pressioni".

Apriti cielo. Proprio Maria Elena, sottosegretario alla presidenza del Consiglio nel Governo silenziosamente (così è stato affrontato il caso dei vaccini, silenziosamente) presieduto da Paolo Gentiloni, ha affidato all'avvocato Paola Severino, che era stata Ministro nel Governo Monti che aveva preceduto quello di Letta e quindi quello di Renzi, l'incarico di tutelare in sede giudiziale il proprio nome.

Non è un vero e proprio annuncio di querela, ma quasi.

Le querele, però, nel mondo delle dichiarazioni, spesso si preannunciano ma non sempre si fanno.

Proprio Maria Elena Boschi però ha ufficialmente dichiarato che di questa questione ormai se ne occuperanno i suoi legali.

De Bortoli sembra preparato alla bisogna: "Ho più di 160 processi, sono abbastanza abituato a difendere quello che scrivo e quindi sono tranquillo. Mi auguro che quello dell'ex ministro Boschi non sia solo un annuncio e che la querela ci sia".

C'è un terzo versante della polemica, però. Fino ad oggi rimasto al coperto. Però c'è.

Eccolo, Federico Ghizzoni, l'ex amministratore delegato di Unicredit, il destinatario della possibile, eventuale, richiesta di salvataggio della Boschi.

Ghizzoni è un banchiere vecchio stampo, molti sussurri e poche grida.

E le sue dichiarazioni lo confermano: "Se mi convocheranno, parlerò alla Commissione d'inchiesta in Parlamento, non sui giornali. Ovviamente risponderò a tutte le domande che mi faranno. E' un caso della politica, sarebbe dovere e responsabilità della politica risolverlo".

Troppa grazia, caro ad. Insomma fate vobis. Ghizzoni non conferma e non smentisce, mentre le dichiarazioni al vetriolo corrono veloci da una parte e dall'altra.. 

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: De Bortoli Boschi e la massoneria, Formiche.net, 15 Maggio 2017.

Per l'immagine: www.we-news.com 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Entra per commentare