Vaccini, il dado è tratto. nella notte il voto alla camera
Vaccini, il dado è tratto. nella notte il voto alla camera

Decreto Vaccini; nella notte il voto della Camera dei deputati tra le polemiche. Dopo essere passato i Senato il decreto Vaccini, voluto fortemente dalla ministra Loenzin, nella notte è stato votato alla Camera. Il Voto finale oggi alle 12, ma il dado è tratto...

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Decreto Vaccini: nella notte il voto alla Camera tra le polemiche, il dado è ormai tratto anche se il voto finale deve ancora arrivare.

Il decreto che obbliga le famiglie italiane a 10 vaccini obbligatori per i propri figli sta per diventare legge, nella notte, infatti, la Camera dei Deputati ha votato la fiducia chiesta dal Governo sul decreto stesso, ma non sono mancate le polemiche e i momenti di tensione.

Le dichiarazioni di voto sono state influenzate anche dalla Sentenza della Cassazione che non riconosce la correlazione tra i vaccini e l'autismo, una sentenza che ha subito fatto cantare vittoria al ministro alla salute del Governo Gentiloni Beatrice Lorenzin, che questo decreto lo ha difeso fino in fondo.

Sui vaccini si dibatte da tempo, tanti contrari all'obbligo, tante le manifestazioni di dissenso contro la scelta del Governo.

Durante le dichiarazioni di voto qualche deputato ha sollevato anche la questione di incostituzionalità del decreto pro-vaccini, si possono costringere gli italiani a farlo?

Contrari al decreto i deputati del Movimento 5 Stelle che hanno votato no: per loro il Governo "ha scelto di trattare gli italiani come una massa e non come un insieme di persone".

Compatto ha votato si il Partito Democratico.

In serata Matteo Renzi ha dichiarato che questa sui vaccini non è nè una battaglia di destra nè di sinistra, ma quando c'è di mezzo la salute degli italiani bisogna essere seri.

.

Vaccini: il voto della Camera

Dopo la mezzanotte la Camera dei Deputati ha confermato la fiducia al governo sul decreto legge vaccini con 305 voti a favore, 147 contrari e due astenuti.

Vaccini obbligatori: quali saranno?

Le vaccinazioni obbligatorie per iscriversi a scuola saranno 10: anti-poliomielitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse, anti-Haemophilus influenzae tipo b (tutte vaccinazioni obbligatorie in via permanente), anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite, anti-varicella (vaccinazioni obbligatorie, sino a diversa successiva valutazione).

Poi ci saranno quattro vaccinazioni fortemente raccomandate: sono quelle contro meningococco B, meningococco C, pneumococco e rotavirus.

Le vaccinazioni obbligatorie saranno gratuite e devono tutte essere somministrate ai nati dal 2017.

Il provvedimento ha l’obiettivo di contrastare il progressivo calo delle vaccinazioni, sia obbligatorie che raccomandate, in atto dal 2013, che ha determinato una copertura vaccinale media nel nostro Paese al di sotto del 95%.

Questa e’ la soglia raccomandata dall’ Organizzazione mondiale della sanità  per proteggere cioè indirettamente anche coloro che, per motivi di salute, non possono essere vaccinati..

Il percorso che porterà al voto finale riprenderà alle nove di oggi, 28 luglio,  con le votazioni relative agli ordini del giorno.

Il voto finale e definitivo sul provvedimento è previsto alle 12 dopo le dichiarazioni di voto che verranno trasmesse in diretta televisiva a partire dalle 10.

Insomma, per quanto riguarda le vaccinazioni obbligatorie il dado è ormai tratto, ma le polemiche sono destinate a rimanere a lungo, sui Social Network sono nati diversi gruppi che si oppongono al decreto e che criticano in maniera forte e determinata le scelte del governo in materia.

 

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Vaccini: Camera Approva, Ansa.

Per l'immagine: Linkiesta

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Carmelo Riccotti La Rocca, il Capo Redattore (leggi la sua biografia).

Partito con 15 in più

Entra per commentare