Sicilia: seggi aperti per presentazioni liste: ma è già CAOS sull'INCANDIDABILITà
Sicilia: seggi aperti per presentazioni liste: ma è già CAOS sull'INCANDIDABILITà

Si sono aperti in Sicilia i seggi elettorali per la presentazione delle liste che prenderanno parte alle elezioni regionale del 5 novembre prossime. La chiusura per la presentazione è prevista per le ore 16 di domani, ma intanto è caos sulla legge relativa alla incandidabilità.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Sono aperte da stamattina in Sicilia i seggi per la presentazione delle liste che prenderanno parte ufficialmente alla elezioni regionali del 5 Novembre prossimo.

La Sicilia, dunque, si prepara al voto, i seggi si sono aperti alle ore 9, disponibili gli uffici elettorali provinciali e quello regionale per il deposito delle liste e dei listini dei candidati a presidente della Regione per le elezioni in Sicilia.

Ricordiamo che il termine previsto per la consegna delle liste con i candidati all'Ars scadrà domani 6 ottobre alle ore 16.

Le liste provinciali vanno presentate nelle cancellerie dei Tribunali del capoluogo provinciale in cui ha sede l’ufficio centrale circoscrizionale, mentre i listini (blindati) nella cancelleria della Corte d’appello di Palermo.

Domani, dunque, saranno svelati tutti i nomi e c'è molta attesa per conoscere i  volti dei candidati inseriti nei listini blindati, specie dopo il litigio a distanza tra Musumeci e Miccichè.

I listini blindano sei candidati per Presidente, una occasione ghiotta per avere la garanzia (o quasi) di essere eletti.

Il Megafono di ritira?

Da domani quindi la campagna elettorale entrerà nel vivo, e sarà una campagna intensa che vedrà i candidati girare costantemente l'Isola.

Se nel centro-destra la battaglia si è giocata sulla querelle Musumeci-Miccichè, nel centro sinistra c'è ancora da chiarire la vicenda Megafono-Crocetta-PD.

Dalle ultime notizie pare che l'accordo tra le forze si sarebbe raggiunto a Palermo, ma grazie all'intervento del segretario nazionale Matteo Renzi e del  vicesegretario Lorenzo Guerini.

Rosario Crocetta avrebbe accettato di ritirare la sua lista, il Megafono, dalla corsa alle Regionali.

Tutto questo a pochissime ore dalla consegna delle liste.

Legge Severino: si applica in Sicilia?

L'apertura dei seggi per la consegna delle liste in Sicilia non è esente da polemiche e dubbi.

Poco fa l'Ansa ha battuto una notizia secondo cui per la presentazione delle liste in Sicilia è già caos.

Ecco quanto riportato dall'Ansa:

«Un errore nei moduli di accettazione delle candidature predisposti dalla Regione, che ignora nel documento la legge Severino, sta creando il caos all'apertura degli uffici elettorali per il deposito delle liste".

Lo denuncia il prof. Massimo Costa, leader degli indipendentisti del movimento 'Siciliani liberi'.

Nei moduli predisposti dall'ufficio elettorale regionale riguardo all'incandidabilità non viene citata la legge Severino del 2012, ma una norma del 1990 (articolo 15, comma 1), abrogata proprio dal provvedimento che porta il nome dell'ex ministro e che si applica anche alle regioni a statuto speciale.

Il timore è che la "svista" potrebbe comportare problemi ad alcuni candidati, avvantaggiandone altri».

La risposta dell'ufficio elettorale SEMPRE ALL'AGENZIA STAMPA

«I moduli di accettazione dei candidati sono conformi alla legge regionale 29 del '51, noi siamo in Sicilia e dunque applichiamo la nostra norma. Dunque i moduli sono quelli e non si toccano".

Così all'ANSA l'ufficio elettorale della Regione siciliana, secondo cui "le disposizioni della legge Severino" sulle incandidabilità, "come recita l'art.14 si applicano anche alle Regioni a statuto speciale» 

Insomma, si aprono i seggi e le polemiche già non mancano, domani conosceremo tutti i nomi dei candidati.

.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Ansa.

Per l'immagine: Blog Sicilia

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Carmelo Riccotti La Rocca, il Capo Redattore (leggi la sua biografia).

Partito con 15 in più

Log in to comment