Matteo Salvini punzecchia Berlusconi in Sicilia
Matteo Salvini punzecchia Berlusconi in Sicilia. 

Si avvicinano le elezioni siciliane e quando si parla di Silvio Berlusconi, a Matteo Salvini spunta il  "braccino". Pochi complimenti, quasi risicati, quasi forzati. E' accaduto anche nell'Intervista concessa a Maria Latella per SkyTg 24. Alla domanda sui meriti del Cavaliere, il leader leghista ha risposto: "La televisione, che ha rivoluzionato, e il Milan. Ma quest'anno vince il Napoli". Tutto qui? Solo un imprenditore o un presidente di calcio? E la politica, alla quale Berlusconi tiene più di ogni altra cosa? Gli anni da premier, la sua creatura Forza Italia...Tutto dimenticato, almeno da parte di Salvini che dovrebbe essere suo alleato...

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

In teoria hanno lo stesso obiettivo, ovvero la vittoria del candidato del centrodestra in Sicilia Nello Musumeci.

Ma sembra proprio che la strategia di Matteo Salvini a ridosso delle Regionali in Sicilia sia quella di allearsi con Silvio Berlusconi sì, ma per accerchiarlo, per uscire dal recinto del  Nord insieme a lui per poi sfidare il vecchio leader da una posizione di forza.

La posta in palio va oltre le amministrative siciliane ed è evidentemente il voto alle elezioni Politiche: Salvini punta a quel Meridione che, tradizionalmente, è una roccaforte di Forza Italia.

Ecco perchè, probabilmente, proprio in Sicilia, il leader del Carroccio usa a piene mani i distinguo: "Se fossi stato in Forza Italia avrei detto più di un no o tanti no a gente che prometteva voti o finanziamenti. Nella squadra di Nello Musumeci c'è la Lega che è garanzia di onestà e cambiamento, perché altri hanno fatto scelte che io non avrei fatto", afferma Salvini.

Salvini è arrivato in Sicilia all’indomani del clamoroso taglio della parola Nord dal simbolo elettorale, gesto che ha scatenato l’ira di Umberto Bossi.

E con Silvio come la mettiamo invece?

Insomma, sono insieme, ma se Berlusconi e i forzisti diffidano, Salvini e i leghisti sembrano turarsi il naso.

"Un giorno tutto questo sarà mio", è il pensiero di soci o di coniugi che meditano la separazione a danno dell'altro e questa caricatura sembra attagliarsi anche al tipo di rapporto in corso fra quelli che dovrebbero essere i principali azionisti del Centro-destra italiano.

Quella in Sicilia è in effetti una campagna elettorale singolare, con due leader che si avvicinano, corrono per lo stesso obiettivo ma non si incontrano mai.

Berlusconi sarà a Palermo mercoledì e giovedì potrebbe spostarsi a Catania, la circostanza però è in forse perchè sotto l'Etna è già previsto un comizio di Salvini e la città non può dividersi in due piazze separate.

Non ci sono solo le frasi allusive di Salvini in ogni caso, perchè dalle pagine de La Sicilia Berlusconi parla già della guida del prossimo governo: "Spetterà al partito che prende più voti nella coalizione.

Ma Salvini non vuole rimanere con il cerino in mano: un programma unitario va firmato "prima del voto"...ecco perchè la Sicilia è la prova generale del futuro del Centro-destra.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Salvini a Palermo: «Imprensentabili? Io diverso da Fi», lasicilia.it, 29 Ottobre 2017.

Per l'immagine: www.we-news.com 

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).

Log in to comment