Foto Parlamentowe-news.com vi tiene aggiornati su tutto il mondo politico: sia di Politica Interna che di Politica Estera. Siete di centrodestra o di centrosinistra? Nessun problema, noi siamo imparziali. Rimanete aggiornati anche con i nostri feed ed iscrivetevi alla nostra newsletter.

Grande vittoria Lega/Centrodestra in Friuli Venezia Giulia
Grande vittoria Lega/Centrodestra in Friuli Venezia Giulia. 

"Dopo i Molisani, anche donne e uomini del #FriuliVeneziaGiulia ringraziano il PD per l’egregio lavoro svolto, e salutano Di Maio & Compagni. GRAZIE!!!!!#andiamoagovernare io sono pronto!#elezioniFVG #RegionaliFVG #Fedriga". E' questo il testo con cui Matteo Salvini ha scandito il proprio post con la foto del 2 di picche, a mò di saluto nei confronti del risultato elettorale del Friuli Venezia Giulia. I dati delle elezioni regionali in Friuli Venezia Giulia, parlano chiaro: a Massimiliano Fedriga del Centrodestra sono andati 280.609 voti pari al 57.15%, a Sergio Bolzonello 131.868 pari al 26.86%, ad Alessandro Fraleoni Morgera dei Cinque Stelle 57.849 voti pari all'11,78% e a Sergio Cecotti del Patto per l'Autonomia 20.654 voti pari al 4.21%.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Log in to comment
Salvini:
Salvini: "abbiamo vinto le elezioni, ma io non dico o Salvini o morte". Di Maio risponde "noi primo partito, daremo agli italiani un governo che aiuti i cittadini". 

Salvini celebra la vittoria del centrodestra in Molise ed invita Di Maio a "scendere dal piedistallo" e trovare un accordo per formare una maggioranza di governo. Il leader cinque stelle risponde "noi primo partito anche in Molise, gli altri fanno ammucchiate".

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Log in to comment
Elezioni anticipate in Turchia. E in Italia?
Elezioni anticipate in Turchia. E in Italia? 

C'è un filo sottile che lega Luigi Di Maio al Colle. Ebbene sì, tra il presidente Mattarella e il leader pentastellato un feeling e una sintonia ci sono.  Di Maio non è più euroscettico e con la segreteria generale del Quirinale ci sono affinità di vedute e sintonie personali. Bene quindi, si faccia il governo. No, è proprio qui che inizia il problema. Perchè il Matteo Salvini che si sta sganciando da Berlusconi dopo la sentenza di Palermo e dopo le aperture forziste al PD, lo chiama "Mattarella" il presidente della Repubblica. Il leader leghista sa di non essere graditissimo dal capo dello Stato e sa di poter essere solo il vassallo di Di Maio in caso di governo 5 Stelle-Lega con maggioranza risicata al Senato...

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Log in to comment
Nel suo discorso al parlamento europeo, il presidente francese ha ribadito l'importanza di rinnovare l'Unione europea conferendole una nuova sovranità
Nel suo discorso al parlamento europeo, il presidente francese ha ribadito l'importanza di rinnovare l'Unione europea conferendole una nuova sovranità. 

Nel suo discorso al parlamento europeo, Macron mette in guardia l'Europa sul rischio di una guerra civile, esprimendo preoccupazione nei confronti dell'escalation dei movimenti nazionalisti nel vecchio continente. La replica di Juncker: "Europa non è solo Francia e Germania". Sullo sfondo la tensione sul tema siriano, ma anche la grande questione rappresentata dall'immigrazione. Non solo applausi per lui, ma anche qualche critica.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Log in to comment
Botta e risposta sul
Botta e risposta sul "fronte" occidentale... 

L'onda lunga delle dichiarazioni prosegue senza sosta. Dopo l'attacco missilistico contro i presunti siti chimici siriani avvenuto nella notte tra venerdì e sabato, cominciano le prime divisioni nel fronte occidentale. Dopo le dichiarazioni di Macron, la replica della Casa Bianca "Trump vuole che le truppe rientrino il prima possibile".

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Log in to comment
Bombardamenti sulla Siria, il mondo in ansia
Bombardamenti sulla Siria, il mondo in ansia. 

Anche se c'è già chi parla di attacco-sceneggiata, alle 3 di sabato, ora locale, Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna hanno sferrato un attacco missilistico contro la Siria di Bashar al Assad. Si tratterebbe di un'operazione di precisione che ha preso di mira esclusivamente sospetti siti di armi chimiche. Le aree sotto il controllo dell'esercito russo sono state scrupolosamente evitate. A colpire con i missili da crociera, gli unici a lungo raggio, sono stati solo gli Usa. La Francia ha colpito dal cielo con i Rafale, la Gran Bretagna molto probabilmente ha lanciato missili dai sommergibili che nei giorni scorsi erano stati spostati nelle acque di fronte alla Siria.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Log in to comment